il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Atina, carabinieri bloccano ladri di rame dopo sparatoria e inseguimento: uno resta ferito, l’altro fugge

Atina, carabinieri bloccano ladri di rame dopo sparatoria e inseguimento: uno resta ferito, l’altro fugge

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ATINA - Una nottata molto movimentata per i militari della stazione di Picinisco, che nel corso degli usuali controlli del territorio per prevenire i furti nelle abitazioni hanno cercato di fermare un auto guidata da due uomini. I due avevano appena messo a segno un colpo nel corso del quale avevano rubato una ingente quantità di o di rame dall’interno di una fabbrica dismessa ubicata in Picinisco e stipato l’intera  refurtiva a bordo di una Ford Focus. Intercettati dalla pattuglia i due acceleravano di colpo tentando di investire il carabinieri che aveva intimato l’alt, colpendolo di striscio alla gamba sinistra. L’altro carabiniere, resosi conto che il conducente proseguiva la marcia diretto verso l’autovettura di servizio e gli altri militari operanti, sparava un colpo di pistola contro il cofano anteriore dell’autovettura. Incurante di ciò i malviventi proseguivano la corsa prima investendo con lo specchietto laterale destro il Comandante della Polizia Locale di Picinisco e successivamente speronando, con il parafango anteriore destro e con la fiancata destra, l’autovettura militare all’altezza del parafango anteriore sinistro. Per bloccare la corsa dei malviventi, il militare ha esploso altri colpi di pistola che hanno colpito la parte posteriore della carrozzeria ed un pneumatico della Ford Focus che, malgrado ciò, riusciva ad allontanarsi lungo la SP 112.
Dopo circa due chilometri, all’altezza di via Ferriera del comune di Atina, il malvivente alla guida vistosi braccato dai militari operanti abbandonava il veicolo dileguandosi a piedi nelle campagne circostanti. L’altro malfattore, che occupava il sedile passeggero anteriore, rimasto ferito da due colpi di pistola, veniva bloccato all’interno dell’abitacolo ed immediatamente trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Cassino, ove veniva ricoverato  con prognosi di giorni 20 s.c., con ferite al collo e alla spalla destra.
I due carabinieri restavano feriti con prognosi inferiori ai 10 giorni.
L’intera refurtiva, consistente in gomitoli di rame del valore di circa 4mila euro veniva recuperata e restituita all’proprietario.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito