il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, i lavoratori dell'Ospedale hanno proclamato lo stato d'agitazione

Anagni, i lavoratori dell'Ospedale hanno proclamato lo stato d'agitazione

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

ANAGNI - I lavoratori dell'Ospedale civile di via Onorato Capo hanno proclamato lo stato d'agitazione.

L'estrema scelta da parte del personale ospedaliero del nosocomio anagnino, si è resa necessaria per sottolineare con forza lo stato in cui versa il servizio sanitario.

Personale ridotto all'osso, potenziamenti sempre promessi e mai veramente effettuati, chiusura di reparti, come ortopedia, nonostante l'imposizione alla riapertur,a entro pochi giorni, come da ordinanza del Tribunale amministrativo regionale. Lo stato di agitazione dunque diviene un vero e proprio monito alla dirigenza della Asl,e  al direttore Carlo Mirabella in primis, sulle reali intenzioni circa il rilancio della struttura ospedaliera della città dei Papi.

Il tutto mentre sul nosocomio della città anagnina pende la "spada di Damocle" dei (tristemente) famosi Decreti Polverini, che ne prevedono la chiusura, e la (opportuna) sentenza del Consiglio di Stato, risalente ad un anno fa circa, che ne ha bloccato invece l'efficacia imponendone la funazionalità. Efficacia messa in discussione in questi mesi da vari tentativi, denunciati dal personale e dal comitato nato a difesa dell'Ospedale, di depotenziare di fatto la struttura ospedaliera anagnina. Una situazione che i dipendenti vivono giornalmente sulla loro pelle nei rapporti, spesso difficili con l'utenza, alla quale debbono delle risposte senza averne sempre i mezzi.

Lo stato di agitazione riporta dunque in primo piano la delicata questione e afferma, semmai ce ne fosse ancora bisogno, la tenacia con cui i dipendenti ospedalieri per primi conducono una battaglia che è di tutti: la difesa di un presidio sanitario importante per Anagni e per l'intero comprensorio.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito