il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, blitz nel refettorio del Convitto Regina Margherita. Protagonista...il parroco

Anagni, blitz nel refettorio del Convitto Regina Margherita. Protagonista...il parroco

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

ANAGNI - La vicenda sembra d'altri tempi. Il parroco della chiesa di S.Paolo in S.Giacomo avrebbe questa mattina, con un vero e proprio blitz, fatto irruzione nei locali del refettorio del Convitto Regina Margherita, adiacenti alla chiesa, procedendo alla rimozione delle attrezzature e agli arredi di proprietà del convitto stesso.

Don Giuseppe Santucci, da tempo in causa con l'istituzione scolastica di largo Ruggero Bonghi, avrebbe dunque messo in atto ciò che da tempo in sede legale rivendicava: ovvero l'assegnazione dei locali del  refettorio alla parrocchia, in quanto, dal suo punto di vista, non appartenenti al convitto.

Il Tribunale aveva anche dato ragione al presule, alcuni anni fa, salvo poi nel proseguo dell'iter giudiziario far capire di poter scendere a patti anche attraverso l'auspicata mediazione della Curia vescovile. Il braccio di ferro però sembra non essere affatto terminato, se sarà confermata la notizia del blitz.

A denunciare l'accaduto il "Comitato SOS Convitto Regina", organo di lavoratori, associazioni, cittadini e partiti nato per difendere l'antica istituzione del Regina Margherita dal ridimensionamento, deciso dalla Regione Lazio, per gli istituti scolastici. Il convitto, guidato dal rettore Roberto Chiararia, che oltre all'attività del convitto contiene la scuola primaria e un istituto superiore, era stato accorpato al Liceo classico D.Alighieri.

Il Tar però aveva dato ragione al Comitato che vi aveva fatto ricorso, e la pronuncia definitiva sugli effetti del dimensionamento era prossima ad arrivare, mentre incombe l'inizio del nuovo anno scolastico dal mese di settembre.

Non si erano fatti i conti però con il parroco. Il novello "don Peppone" avrebbe pensato bene di intervenire a suo modo, mettendo in seria difficoltà l'organizzazione della struttura convittuale. In una dichiarazione sui social network il Comitato SOS R.Margherita ha parlato di un blitz del parroco "accompagnato da sconosciuti" e ha richiesto "alle autorità competenti di intervenire sollecitamente per sventare ogni abuso a danno della Scuola Pubblica".

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito