il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Acuto, carenza idrica: il Sindaco emette ordinanza per far fronte ad emergenza

Acuto, carenza idrica: il Sindaco emette ordinanza per far fronte ad emergenza

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ACUTO - " La carenza idrica dovuta al notevole abbassamento delle portate delle sorgenti per le scarse precipitazioni dell'ultimo anno (circa il 50% rispetto al 2010, ai livelli del 2007), la siccità e le alte temperature di questi giorni e il conseguente aumento dei consumi, sta creando anche nel nostro Comune come in gran parte della Provincia, notevoli difficoltà nell'approvigionamento e distribuzione dell'acqua potabile".

Così in una nota l'amministrazione comunale, guidata dal sindaco Augusto Agostini, ha spiegato le ragioni dell'ordinanza emessa per fronteggiare la carenza idrica di questi giorni.

"Per scongiurare situazioni di emergenza ancora più gravi -fanno sapere dal Comune - soprattutto nelle zone più alte del Paese, storicamente a rischio di carenza idrica, abbiamo, già nei giorni scorsi, concertato con gli operatori Acea, la riduzione delle ore di erogazione dalle 7 alle 12.

Ad evitare però situazioni più gravi, con l'aumento dei turisti, è indispensabile anche un uso più attento di questa risorsa ed evitare sprechi ed usi non indispensabili. A questo fine abbiamo emesso questa Ordinanza, ma soprattutto confidiamo nella consapevolezza e nella collaborazione dei Cittadini".

 

ORDINANZA n° 13 del 04 Luglio 2012,     prot. n°  2879      

LIMITAZIONE USO ACQUA POTABILE fino al 30 Settembre

IL SINDACO

Considerato che con la stagione estiva, come di consueto, aumentano notevolmente i     consumi idrici e le difficoltà di una equa distribuzione dell’acqua nelle varie zone del Paese;
Viste le note del gestore Idrico Acea Ato 5 che segnalano la grave ed eccezionale carenza idrica determinata dalla notevole diminuzione di portata delle principali fonti di approvvigionamento della Provincia;
Al fine di mitigare le situazioni di carenza ed emergenza idrica ed i conseguenti disagi dei Cittadini, e di garantire  un equo approvvigionamento in tutte le zone del Paese;
Ritenuto di dover provvedere a regolamentare il consumo di acqua  potabile emanando proprio provvedimento contigibile ed urgente, ex art. 50 del Dlgs. 267/200;
Vista la Legge 46/1994;
Visto il Dlgs. 267/2000;

ORDINA
Il divieto, fino al 30 Settembre, di utilizzare l’acqua proveniente dal pubblico acquedotto per:
l’irrigazione e l’annaffiamento di orti e campi;
il lavaggio di terrazzi, piazzali, viali e strade;
il lavaggio di veicoli e altre apparecchiature non domestiche;
il riempimento di cisterne;
il prelievo di acqua in quantità superiore a 40 l. da fontane e fontanili pubblici.

RACCOMANDA di fare un uso attento dell’acqua potabile evitando sprechi ed usi impropri.

Ogni altra precedente ordinanza sindacale inerente la regolamentazione del consumo dell’acqua potabile è annullata.

La Polizia Locale è incaricata dell’esecuzione della presente ordinanza.
E’ fatto obbligo a chiunque spetti di osservare e far osservare la presente Ordinanza.  I trasgressori saranno puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria prevista dalle norme vigenti.

Contro il presente atto è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio                      entro 60 giorni dalla data di pubblicazione dello stesso, oppure, in alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica nel termine di 120 giorni dalla notifica dello stesso. Il ricorso deve essere inviato con lettera raccomandata con avviso di ricevimento anche all’Amministrazione Comunale


Il Sindaco
Augusto Agostini

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito