il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Anagni, Fiorito e Natalia indagati per tentata concussione. Si attende udienza dal Gup. Gli indagati: "Siamo innocenti"

Anagni, Fiorito e Natalia indagati per tentata concussione. Si attende udienza dal Gup. Gli indagati: "Siamo innocenti"

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

ANAGNI - La notizia è rimbalzata nella città dei Papi come una bomba: stanno per concludersi le indagini su un tentativo di concorso in concussione ai danni di un imprenditore locale, da parte del capogruppo del PdL alla Regione Lazio Franco Fiorito e del vicesindaco della Giunta guidata da Carlo Noto Daniele Natalia.

I fatti su cui indaga la procura di Frosinone risalirebbero al 2003-2004 quando Fiorito era Sindaco di Anagni e Natalia aveva la delega ai Lavori pubblici.

L'accusa è di aver tentato di "sfilare" 300mila euro ad un noto imprenditore della città per favorire lo sblocco di alcune pratiche urbanistiche riguardanti le attività commerciali dell'uomo. Fatto però che non sarebbe andato a buon fine.

 

 

La rivelazione è stata del quotidiano Il Messaggero che, nell'edizione di Frosinone, ha fornito tutti i particolari dell'inchiesta. Natalia avrebbe infatti fatto capire all'imprenditore che l'anno successivo Fiorito si sarebbe potuto candidare alla Regione (come poi accadde) e che quindi servivano soldi e appoggi con evidenti benefici susseguenti.

Fiorito ha subito smentito ogni addebito: "Siamo innocenti, l'imprenditore quando vide che non poteva ottenere ciò che voleva ci denunciò" si difende.

Le indagini comunque sono andate avanti nel massimo riserbo dopo che è partita la denuncia dell'imprenditore stesso. Si attende l'udienza davanti al Giudice per le udienze preliminari che potrebbe rinviare a giudizio Fiorito e Natalia proprio sul concorso in tentata concussione.

Una notizia che in poche ore ha fatto il giro della città, sia perchè i due esponenti politici sono tra i più noti ad Anagni, sia perchè per Fiorito si parlava addirittura di un posto in Giunta dopo che Carlo Noto ha dovuto raccogliere le dimissioni dell'assessore al personale del Comune di Anagni Vittorio Colantoni. Quel posto, sarebbe potuto essere proprio di Fiorito e avrebbe segnato un clamoroso ritorno dell'ex Sindaco sulla scena politica cittadina, dopo la scalata che dai primi anni duemila lo ha visto sedere prima sulla poltrona di sindaco, consigliere provinciale e consigliere regionale per due legislature, nonché city manager proprio nella città dei Papi.

Ultimo aggiornamento Lunedì 23 Aprile 2012 13:28

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito