il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Filettino, pronta la festa per il parroco più anziano d’Italia: ha 94 anni anni, da 70 nella stessa parrocchia

Filettino, pronta la festa per il parroco più anziano d’Italia: ha 94 anni anni, da 70 nella stessa parrocchia

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FILETTINO - Nozze di Ferro, l’equivalente di 70 anni di matrimonio; un traguardo molto molto raro. In analogia, anche nella Chiesa, si festeggiano queste belle ricorrenze, essendo il sacerdozio un sacramento dove, come per il matrimonio, si giura fedeltà, in questo caso a Cristo ed alla sua Chiesa. È il caso di Mons. Alessandro De Sanctis, quasi novantaquattrenne, Arciprete Parroco di Filettino, sacerdote dal lontano 1942, Prelato d’Onore del Papa Benedetto XVI° che il prossimo 12 luglio festeggerà questo singolare traguardo. A parlare è il Vice Presidente e segretario del Consiglio Pastorale Parrocchiale, Paolo Ottaviani, il quale, commosso ed allo stesso tempo compiaciuto, ci racconta che l’esperienza vissuta e che vive come laico al fianco di un sacerdote così zelante, attivo, dinamico e tuttora in servizio, è di esempio, sprone per la comunità parrocchiale.

«È come la linfa di una pianta, senza la quale, l’essenza avvizzisce e muore -afferma il Vice Presidente e segretario del Consiglio Pastorale Parrocchiale, Paolo Ottaviani- sono commosso ed allo stesso tempo compiaciuto, continua ad essere un'esperienza unica come laico al fianco di un sacerdote così zelante, attivo, dinamico e tuttora in servizio, è di esempio, sprone per la comunità parrocchiale. Don Alessandro è il Parroco più anziano d’Italia per il servizio continuativo ed ininterrotto nella stessa parrocchia, ciò è avvalorato anche dal fatto che vi è una continuità nella cura della chiesa locale di Filettino che si è succeduta dallo zio Don Filippo (che era il precedente Parroco, dal 1905) fino alla successione del nipote, il nostro Don Alessandro. Un sacerdote esemplare si dice, un prete che ha speso i suoi risparmi personali per la cura, il restauro, il decoro della casa di Dio -continua Ottaviani-  la ripulitura della Parrocchiale, le vetrate artistiche, il riscaldamento, l’organo a canne, ecc. sono tutte opere che parlano da sé. Inoltre, Don Alessandro, servendosi della collaborazione del Consiglio Pastorale Parrocchiale, da circa 15 anni, ha dato ampio spazio ai laici, per contribuire a porre in essere  opere pastorali per la edificazione spirituale della comunità parrocchiale. La messa in diretta su rai uno da Filettino, la nuova reliquia di San Bernardino e la trionfale peregrinatio del Corpo del Santo che è venuto in visita a Filettino per la prima volta dopo 600 anni; l’affiliazione della Chiesa Parrocchiale alla Papale Basilica di Santa Maria Maggiore in Roma; la Madonna del Cammino che svetta sul crestone del Cotardo, il riassetto della cona di San Bernardino e l’installazione della croce con il pannello solare; il ripristino della Croce sulla vetta del Viglio con l’AC diocesana; le visite ufficiali di eminenti cardinali e prelati che onorano il paese, la creazione di organismi che affiancano il consiglio pastorale, tra cui la Legione di Maria, sono tutti frutti di un incessante lavoro di sinergia e continuità. Un programma nutrito e molto dettagliato che verrà pubblicizzato nei prossimi giorni. Il 12 luglio, grande festa a Filettino alla presenza del caro Vescovo Diocesano S. Ecc. Mons. Loppa quando verrà installata sul campanile la nuova campana realizzata dalle fonderie pontifice Marinelli di Agnone; il 15 luglio invece, cerimonia conclusiva alla presenza dell’illustre presule, tanto amato dai filettinesi:  S. Em.za il Cardinale Comastri, Vicario Generale del Papa che inaugurerà i locali dell’oratorio parrocchiale ristrutturato grazie al finanziamento della Presidenza della Regione Lazio».

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Marzo 2012 16:01

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito