il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> “Frutta nelle scuole”, lunedì 49 alunni di Piglio a Trevi

“Frutta nelle scuole”, lunedì 49 alunni di Piglio a Trevi

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

PIGLIO - Si rinnova anche per l'anno scolastico 2012/2013 la campagna di educazione alimentare diretta ai bambini delle scuole primarie europee, che prevede la distribuzione gratuita di frutta e verdura come merenda tra i banchi. L'Unione europea ha infatti deciso di rifinanziare il programma in 24 Stati (tra cui l'Italia), che andrà così a beneficare oltre 8 milioni di ragazzi.

E’ un Programma comunitario denominato “Frutta nelle scuole” finalizzato ad aumentare il consumo di frutta e verdura da parte dei bambini e ad attuare iniziative (misure di accompagnamento) che supportino più corrette abitudini alimentari e una nutrizione maggiormente equilibrata, nella fase in cui si formano le loro abitudini alimentari, allo scopo di prevenire e combattere l’obesità infantile; fenomeno che in Italia conta circa 1 milione di casi.Il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini ha aderito nuovamente al Programma comunitario di formazione-informazione "Frutta nelle Scuole", coinvolgendo le scuole dei 7 Comuni che fanno parte del territorio del Parco.  Il Parco dei Monti Simbruini, lunedì prossimo ospiterà quattro classi dell’Istituto Comprensivo di Piglio per un totale di 49 alunni e 5 insegnanti, presso il Museo delle piante di Trevi nel Lazio, dove gli alunni oltre a gustare la frutta a merenda approfondiranno l’importanza di consumarla quotidianamente..  "L’obiettivo -commenta il Sindaco di Piglio Tommaso Cittadini- è aumentare il consumo di frutta e verdura da parte dei bambini tramite iniziative di sensibilizzazione all’adozione di più corrette abitudini alimentari, proprio nella fase in cui esse si formano, incentivando una nutrizione maggiormente equilibrata, capace di contribuire alla lotta all’obesità giovanile, sempre più diffusa anche nel nostro paese. Il Programma -conclude Cittadini- punta inoltre a realizzare un più stretto rapporto tra il produttore e fornitore ed il consumatore, indirizzando i criteri di scelta e le singole azioni affinché si affermi una conoscenza e una consapevolezza nuova tra chi produce e chi consuma. In tal senso si offrono informazioni e occasioni per conoscere e verificare concretamente diversi prodotti naturali e potersi orientare fra le continue pressioni della pubblicità, sviluppando una capacità di scelta consapevole". In concreto il Programma prevede la distribuzione gratuita ed assistita di prodotti ortofrutticoli freschi (monofrutto, tagliati a fette o in preparati pronti all’uso), selezionati in base alla loro semplicità d’uso, fruibilità e disponibilità stagionale, ma soprattutto in base alla loro qualità certificata (Dop, Igp, Biologici ect.)

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 12 Marzo 2012 09:47

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito