il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Frosinone, Polizia arresta corrieri con un quintale di marijuana in auto su A1

Frosinone, Polizia arresta corrieri con un quintale di marijuana in auto su A1

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FROSINONE - Questa notte, dopo ore di appostamenti e pedinamenti sulla A1, la Polizia di Stato è riuscita a bloccare un’auto utilizzata per il trasporto di 100 chilogrammi di marijuana destinati al mercato ciociaro.
Il gruppo che trasportava la sostanza si muoveva con estrema professionalità. L’auto infatti, una Toyota, carica di droga, era anticipata da una Smart con a bordo tre albanesi che controllavano se il percorso fosse libero da eventuali pattuglie della Polizia.

Le accortezze utilizzate non sono state però sufficienti ad evitare il dispositivo messo in atto dagli uomini della Squadra Mobile che, seguendo con discrezione il piccolo convoglio, hanno coordinato le pattuglie della Polizia Stradale e bloccato le due auto poco dopo il casello di Ceprano, direzione nord.
Perfette le procedure adottate dalla Polizia di Stato che, con esemplare professionalità, è riuscita a bloccare senza incidenti i trafficanti.
Gli sforzi degli investigatori non si sono dovuti protrarre per scoprire il carico, dal momento che la quantità esagerata di droga quasi sommergeva l’autista della Toyota.
Non sono infatti bastati quattro enormi borsoni per contenere i 100 involucri di sostanza stupefacente, grandi ognuno quanto un pallone da calcio.
A bordo della Smart viaggiava il capo dell’organizzazione malavitosa e proprio presso la sua abitazione, dove era presente la sua compagna, è stata eseguita una perquisizione che ha consentito di recuperare altri 20 chili della stessa sostanza.
A questo punto i quattro cittadini albanesi, poco più che ventenni, e la donna, sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, e la droga, il cui valore commerciale è di circa 800.000 euro, è stata sequestrata.

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 07 Marzo 2012 10:20

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito