il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Emergenza neve, sedi Cisl e Adiconsum aperte per censire danni provocati da black-out

Emergenza neve, sedi Cisl e Adiconsum aperte per censire danni provocati da black-out

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

La Cisl di Frosinone, attraverso l'associazione dei Consumatori Adiconsum, è attiva per l'istruzione gratuita delle pratiche per i disservizi di elettricità, acqua e telefono verificatisi in provincia di Frosinone. E' possibile rivolgersi alle diverse sedi della Cisl presenti a: Frosinone – Ferentino – Anagni – Sora – Cassino – Pontecorvo – Ceccano – Isola del Liri – Ceprano – Alatri – Amaseno – Monte San Giovanni Campano – Fiuggi.

Bisogna presentarsi muniti di una bolletta ACEA, una Bolletta ENEL ed una TELECOM per poter riempire la modulistica che consentirà ai cittadini di avere un indennizzo per le assenze di acqua, elettricità e telefono che hanno flagellato gli utenti della Provincia di Frosinone.

Gli ingenti danni, in massima parte, riguardano il rimborso per il deperimento dei generi presenti nei frigoriferi  e congelatori che le straordinarie intemperie, protrattesi per vari giorni, hanno provocato alle famiglie in tutto il territorio provinciale.

La CISL e l'Adiconsum, nel periodo, sono state tempestate di telefonate e di richieste di aiuto perché le famiglie non riuscivano a far fronte ai disagi soprattutto per la mancanza di riscaldamento e di acqua e si sono attivate presso le autorità per sollecitare quei casi particolarmente disagiati (anziani e famiglie isolate) nonostante l'interruzioni dei collegamenti telefonici.

Questo black-out potrebbe essere la conseguenza di una  mancata manutenzione delle strutture di distribuzione a causa degli ormai "frequenti tagli" e si auspica che l'Autority apra un'indagine e stabilisca le vere cause per intentare un'eventuale "class-action".

Il segretario generale della CISL Pietro Maceroni e il Segretario Provinciale dell'Adiconsum Maria Pia Datti, hanno deciso di intraprendere questa battaglia di civiltà per difendere e far risarcire migliaia di persone che sono rimasti al buio, senza acqua, riscaldamenti e telefono per oltre dieci giorni. Quindi potrete rivolgervi in tutte le sedi della CISL presenti sul territorio per vedervi riconosciuti i vostri diritti e citare ENEL, ACEA e TELECOM al risarcimento dei danni.

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito