il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Ferentino in ginocchio, arriva l'esercito e la Polverini. Molte le famiglie ancora senza corrente

Ferentino in ginocchio, arriva l'esercito e la Polverini. Molte le famiglie ancora senza corrente

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

FERENTINO - E' giunta in città per un sopralluogo, questa mattina, anche  la presidente della Regione Lazio Renata Polverini.

La città vive infatti un momento drammatico, perchè ad oggi ancora molte utenze Enel sono staccate in viarie zone periferiche della città, la viabilità è in ginocchio, soprattutto sull'asse viario della Casilina dove le Forze dell'ordine hanno il loro bel daffare ogni giorno per arginare il flusso dei mezzi pesanti in uscita dall'A1 ogni volta che comincia a nevicare. L'ultima emergenza questo pomeriggio mentre nevicava copiosamente.

Molti i mezzi e gli uomini a lavoro fin dalle prime ore dell'emergenza. In aiuto dei volontari della locale protezione civile, ai mezzi del Comune, ai carabinieri e alla polizia locale è arrivato anche l’esercito, 25 militari del Raggruppamento Unità Addestrativa di Capua e la protezione civile di Bergamo, dotata di motoslitte per prestare assistenza e distribuire farmaci a chi ne avesse bisogno.

La presidente Polverini (nella foto a Ferentino con il sindaco) presso l’Unità di crisi allestita nel Comando della Polizia locale, ha incontrato il sindaco Piergianni Fiorletta intento a coordinare la macchina emergenziale. Il primo cittadino molto provato da questi giorni di emergenza ha illustrato la situazione critica. Già nei giorni scorsi davanti alle difficoltà di coordinare gli interventi di soccorso aveva invocato lo stato di calamità naturale, tenendo conto anche della sitazione di isolamento continuo a cui è sottoposta la frazione di Porciano, ogni volta che le nevicate riprendono insistenti.

Insieme con lui  il consigliere provinciale Giuseppe Patrizi e il consigliere regionale Francesco Scalia. «La situazione è critica – ha esordito la Polverini — è uno stato di emergenza, per questo sono venuta a Ferentino, per verificare lo stato delle cose. Speriamo che il maltempo dia una tregua, presto faremo una stima dei danni, incalcolabili. Tuttavia è cosa prioritaria liberare le strade e la salute dei cittadini, la situazione è sotto controllo. Il sistema della protezione civile ha funzionato. Questo è un evento eccezionale e con l’eccezionalità dobbiamo gestirlo. Mi preme ringraziare tutti coloro che hanno collaborato».
Accorato invece l’appello del sindaco Fiorletta all’Enel e all’unità di crisi per poter fornire di nuovo l’energia elettrica alle famiglie ancora sprovviste. Diversi i quartieri ancora al buio, alcune centinaia le famiglie senza corrente. «Da soli – ha detto Fiorletta — non avremmo potuto affrontare una simile emergenza, fondamentale l’aiuto anche dell’esercito e della protezione civile lombarda. Invito l’Enel al massimo impegno per il ripristino urgente di tutte le utenze».
Ha affermato il consigliere regionale Francesco Scalia: «Ferentino è stata particolarmente colpita, ingenti i danni. Sicuramente nella seconda fase del maltempo la macchina di emergenza ha meglio funzionato rispetto alla prima fase». Le scuole di Ferentino riapriranno giovedì 16 febbraio, mentre le 350 tonnellate di sale arrivato venerdì scorso sono presto finite, ma altro è in arrivo.

Ultimo aggiornamento Sabato 11 Febbraio 2012 21:04

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito