il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Cronaca ::> Il Comune di Acuto chiede il risarcimento dei danni alla Protezione Civile

Il Comune di Acuto chiede il risarcimento dei danni alla Protezione Civile

  • PDF
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 

ACUTO – Il Comuni di Acuto, tenuto conto dei numerosi danni causati dall'abbondante nevicata dei giorni scorsi, ha avanzato una richiesta di risarcimento alla Direzione Regionale della Protezione Civile.

Nella richiesta a firma del sindaco Augusto Agostini si legge: “Le abbondanti, eccezionali nevicate di questo inizio febbraio hanno richiesto uno sforzo organizzativo ed economico del tutto straordinario e ben oltre le possibilità di questo Ente. Oltre a ciò sono già del tutto evidenti gli ingenti danni, sia ai beni comunali che privati, causati dalla neve e dalla indispensabile opera di spazzamento e messa in sicurezza della viabilità e delle strutture e che necessiteranno di cifre notevoli per il loro ripristino.

Dì quanto detto si viene con la presente a segnalare di seguito un elenco sommario al fine di usufruire di eventuali provvedimenti di sostegno da parte del vostro o di altri Enti:

- Spazzamento neve e primi interventi di messa in sicurezza di piante pericolose:

1) Utilizzo per 7 giorni di n. 8 mezzi meccanici privati per lo spazzamento della neve;

2) Lavori di taglio di piante e rami pericolosi da parte di ditta specializzata;

Danni già visibili e che necessiteranno di notevoli , indispensabili opere di ripristino e messa in sicurezza:

1) Manto stradale deteriorate dal passaggio dei mezzi utilizzati per lo spazzamento,

2) Strutture e mezzi comunali e privati (ringhiere, cornicioni, canali, pluviali, cigli, lampioni, autovetture, ecc.) danneggiate dal peso della neve e dalla caduta degli alberi,rami, grondaie;

3) Danni gravissimi alle piante delle pinete e boschi comunali, del parco della rimembranza, delle alberature cittadine, degli uliveti ed altre culture arboree pubbliche e

private;

4) Gravissimi danni alle strutture agricole e di ricovero di bovini e ovini/caprini.

E’ evidente che la gravità dei darmi e l’entità dei necessari interventi di ripristino e messa in sicurezza non sono alla portata delle possibilità organizzative e del nostro Comune , dei privati e delle stesse aziende agricole danneggiate.”

Ultimo aggiornamento Mercoledì 08 Febbraio 2012 12:49

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito