il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Piglio, Troppe discariche a cielo aperto nelle campagne

Piglio, Troppe discariche a cielo aperto nelle campagne

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

alt PIGLIO - Purtroppo c’è chi non ha per nulla senso civico, e continua a danneggiare il territorio gettando indiscriminatamente rifiuti di ogni genere da quelli domestici a quelli ingombranti, e lo fa abbandonandoli nella campagna, dando vita a tanti mini discariche a cielo aperto, ed è quello che sta accadendo proprio nella rinomata campagna di Piglio, regno del conosciuto vino Cesanese del Piglio, unico DOCG del Lazio. Questo è quanto emerge da una capillare indagine condotta dal sodalizio locale di Fare Verde guidata da Nicola Ciervo, che persegue l’obiettivo di tutelare e salvaguardare l’ambiente. “Purtroppo –spiega Nicola Ciervo- ci troviamo d’innanzi ad un comportamento vergognoso, mancando di rispetto ad una natura, con una serie interminabile di mini discariche a cielo aperto prodotte dall’inciviltà di una parte della collettività pigliese e non, continuando così a violentare le campagne pigliesi incuranti del decoro e della salute di tutti. Situazioni che potrebbero di sicuro trovare una fine, se l’Amministrazione Comunale di Piglio in primis il Sindaco Mario Felli, ricordando loro che Piglio è un paese a vocazione agricola, prendessero le dovute precauzioni. Si tratta semplicemente di un maggior controllo del territorio, il collocamento delle telecamere di rinforzo promesse durante la campagna elettorale, e non è chiaro inoltre che fine abbiano fatto le foto trappole comprate e mai installate. C’ è di sicuro un’inciviltà da parte di questi autori di azioni discriminate, ma è pur vero che il primo segnale deve essere dato dalle istituzioni, e allora chiediamo il perché ancora oggi a Piglio non esista un’area destinata ad isola ecologica, sono diversi anni che il Comune di Piglio ha la possibilità d’installare una compostiera dove la cittadinanza può riversare i rifiuti di umido e produrre concime, eppure la stessa è ad impolverare in un qualche magazzino del Comune, e pensare che sarebbe utile per incentivare la raccolta differenziata. Un quadro generale che dimostra che da parte di quest’Amministrazione c’è molta superficialità ed indifferenza sulla problematica ambientale. Tutta la componente locale di Fare Verde –conclude Nicola Ciervo- si augura che vengano presi i dovuti interventi, che non costano nulla, ma che richiedono semplicemente la volontà amministrativa nel farlo”.

 alt alt  alt

 

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito