il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Piglio, La differenziata raggiunge il 70%

Piglio, La differenziata raggiunge il 70%

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

altPIGLIO - Dallo scorso 1 febbraio 2016 è partito, il nuovo servizio di raccolta differenziata a cura della Lavorgna Srl, l’azienda responsabile del servizio di igiene urbana nel territorio comunale di Piglio. A distanza di un anno, sono letteralmente alzate le percentuali di materiali riciclabili avviati a recupero, facendo registrare un valore pari al 70% circa. Dato importante che va letto sotto una duplice lente d’ingrandimento: socio-culturale, in virtù dell’ottima risposta da parte dei cittadini e delle attività commerciali di Piglio ed economico-ambientale, in considerazione delle ricadute positive per il Comune. Analizzando il volume dei singoli materiali avviati a riciclo in termini di peso percentuale si evidenzia che: il 32% circa è costituito dalla frazione organica; l’11% circa dal vetro; l’11% circa da carta cartone; il 10% circa da plastica e metalli; il 4% circa da rifiuti ingombranti; il 2% altro (medicinali scaduti, batterie, ecc.). “Un risultato straordinario –commenta il Sindaco di Piglio Mario Felliche testimonia come i cittadini siano sempre più attenti alla differenziazione dei rifiuti e questo non può che farci piacere”. Dal punto di vista operativo la macchina organizzativa messa in campo dal Comune e dalla Lavorgna Srl ha funzionato bene grazie ad una capillare attività di distribuzione di starter kit (attrezzature e materiali informativi) e di informazione presso tutte le utenze del Comune, all’organizzazione di eventi (incontri pubblici di presentazione del servizio e di approfondimento sul compostaggio domestico), alla realizzazione di incontri di educazione ambientale a scuola a cura di un educatore ambientale, di un sito web dedicato al servizio e di una campagna per la promozione del compostaggio domestico. Per soddisfare le esigenze di tutti e supportare al meglio la gestione dei rifiuti sul territorio comunale, è stato attivato inoltre l’”Ecopunto Raccolta Differenziata" riservato alle utenze della località Altipiani di Arcinazzo del Comune di Piglio per il conferimento di rifiuti differenziati prima di lasciare il paese. La sinergia tra Comune di Piglio, Lavorgna Srl, il soggetto gestore del servizio, Achab Med, la società responsabile della campagna di comunicazione, è stata il vero punto di forza che ha portato al raggiungimento di questo risultato. Le novità non finiscono qui. Nelle prossime settimane un’iniziativa importante riguarderà nuovamente le scuole per rafforzare lo sviluppo di una “cultura ambientale” per la salvaguardia del proprio territorio a partire dalle nuove generazioni. "Certamente -continua il Sindaco Felli- c’è ancora tanto da fare e da migliorare e sono ancora tanti coloro che non hanno compreso l’importanza della differenziazione dei rifiuti o che sono poco attenti nella distinzione delle tipologie, ma l’Amministrazione confida nel senso civico di chi ama Piglio per continuare a progredire. Far bene la raccolta differenziata è importante per il nostro ambiente, per il nostro futuro e quello dei nostri figli e non possiamo pensare di girarci dall’altra parte. Per questo ringrazio tutti i cittadini che stanno collaborando a far diminuire sempre di più la percentuale dei rifiuti che vanno in discarica e mi auguro che ben presto che Piglio possa vantare una virtuosità nella raccolta differenziata che sia di esempio per tutti i paesi limitrofi e non solo”.


Ultimo aggiornamento Lunedì 06 Marzo 2017 15:04

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

Leggi anche:

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito