Piglio, importante funzione delle Guardie Zoofile, Schembre e Bruni: «Tuteliamo territorio e cittadini»

Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

PIGLIO - Il ruolo delle Guardie Zoofile, sta assumendo sempre più spessore nella Provincia di Frosinone,  dando un valido ed incisivo contributo in difesa degli animali, della fauna selvatica, dell’ambiente e del patrimonio naturale. Oltre a intervenire in caso di maltrattamento di animali, le guardie Zoofile  svolgono anche un importante ruolo preventivo, informando i cittadini riguardo alle norme vigenti in termini di benessere animale e sensibilizzando su tematiche protezioniste. Valter Schembre e Armando Bruni rispettivamente coordinatore regionale dell'Endas presidente del circolo ambientale di Frosinone e comandante delle guardie zoofile del distaccamento Endas dell'area nord della Provincia, rappresentano l'immagine concreta, di chi a titolo del tutto volontario si adopera con passione e professionalità, in questi ambiti di tutela, dando un valido supporto alle autorità competenti preposte. 
«Si può affermare tranquillamente, -afferma Schembre- che l’autorità che viene attribuita alle guardie zoofila dalla nomina prefettizia sommata alla loro preparazione, esperienza e capacità si traduce nel risultare un punto di riferimento per tutti coloro (dal privato cittadino all’ente pubblico) che desiderano informazioni oppure segnalare la presenza di una situazione inadeguata per gli animali. La collaborazione con le autorità preposte e gli Enti locali è fondamentale, perché si instaura quel legame e quella sinergia, che rende altamente produttiva l'operatività nelle rispettive azioni e competenze. Il fatto poi che si tratta di un servizio del tutto volontario delinea l'immagine di una figura che agisce per interesse della comunità e del territorio; per questo mi preme sottolineare che andrebbe incentivata, anche con minimi contributi, l'azione delle singole amministrazioni comunali ad investire sull'attività di controllo e prevenzione che svolgono le guardie zoofile sui rispettivi territori».  «La guardia zoofila prefetti -continua il comandante Bruni- non è un semplice volontario, ma nell'ambito della sua funzione rappresenta un pubblico ufficiale. Ogni membro che ne fa parte è altamente motivato , i verbali redatti  quali pubblici ufficiali, hanno forza di atto pubblico e costituiscono prova in giudizio fino a querela di falso. Ciò significa che quanto affermato dalla guardia (che è un Pubblico Ufficiale) nel verbale (per fatti accaduti alla sua presenza, acquisiti per percezione diretta e non per valutazioni o impressioni personali) è vero fino a prova contraria e ciò costituisce prova in giudizio. La tutela del territorio e degli animali, è un tema importante e fondamentale, il nostro contributo rappresenta da una forza maggiore verso questa direzione nel sensibilizzare il cittadino al rispetto delle disposizioni in materia».

Share

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito