il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Collepardo, il 19-20 luglio «BioBlitz» torna sui monti Ernici: «Diventa naturalista per un giorno»

Collepardo, il 19-20 luglio «BioBlitz» torna sui monti Ernici: «Diventa naturalista per un giorno»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

COLLEPARDO  - Naturalisti si nasce? Forse sì, ma ci si può anche diventare, magari solo per 24 ore. Partecipando ai «BioBlitz», organizzati dall'Agenzia Regionale per i Parchi del Lazio in collaborazione con CURSA (Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’Ambiente),  l’amministrazione comunale di Collepardo (Fr) e con il Patrocinio del Life - CSMON e di Federparchi.
Nato negli Stati Uniti nel 1996 su iniziativa del National Park Service, e sostenuto dalla prestigiosa rivista National Geographic, il BioBlitz ha varcato l’Oceano negli ultimi anni affermandosi quale straordinario momento di condivisione e interiorizzazione collettiva di valori positivi. La manifestazione è in grado infatti di suscitare forti impatti emotivi, legati in primo luogo all’ambiente in cui si realizza ma anche al fatto che i partecipanti diventano per un giorno attori protagonisti nel teatro della Natura.

Dopo il successo riscosso nel 2013 al Lago di Pantanello, sabato 19 e domenica 20 luglio 2014, torna sui Monti Ernici, nel territorio del Comune di Collepardo, l’evento durante il quale squadre di esperti, famiglie, studenti, volontari e insegnanti lavorano e si divertono cercando e identificando quante più specie possibile di piante, uccelli, mammiferi, rettili, insetti, funghi e altri organismi utilizzando le tecniche scientifiche della ricerca sul campo.

«Il BioBlitz - spiega Vito Consoli, direttore dell’Agenzia Regionale per i Parchi - è una vera e propria attività di ricerca in cui scienziati e cittadini lavorano insieme per raccogliere dati e informazioni scientifiche sui nostri ambienti naturali. È proprio questo che ne fa una straordinaria esperienza dal grande valore educativo».

La kermesse night and day si caratterizza dunque come un viaggio collettivo alla scoperta, o alla riscoperta, dell’enorme biodiversità della nostra regione, con particolare riferimento alla montagna. Per l'edizione 2014, a Collepardo i riflettori si  accendono infatti  su quattro  tipologie di ambienti appenninici: bosco di quercia, torrente montano, grotta e dolina.

«Si tratta di un’occasione per ricondurre a sistema attori sociali diversi, - aggiunge Fabio Refrigeri, Assessore alle Infrastrutture, Politiche abitative, Ambiente della Regione Lazio - tutti accomunati, però, dall’amore per la natura, della vita all’aperto, dall’interesse per l’esplorazione e la scoperta dei tanti straordinari aspetti del mondo “selvatico”».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito