il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Ferentino, sabato 7 giugno alle 15:30 manifestazione contro l’impianto di compostaggio dei rifiuti

Ferentino, sabato 7 giugno alle 15:30 manifestazione contro l’impianto di compostaggio dei rifiuti

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

FERENTINO - Il Comitato Coordinamento NO impianto di rifiuti a Ferentino ha indetto una manifestazione per sabato 7 giugno alle ore 15:30, presso la rotatoria antistante il casello autostradale di Ferentino.
In una nota diffusa da Alessandro Ciuffarella gli organizzatori spiegano: «Si svolgerà una grande manifestazione di protesta contro l'installazione di un impianto di trattamento rifiuti per compostaggio da oltre 50mila tonnellate annue. Una battaglia che stiamo portando avanti da quasi 2 mesi ormai, che sta avendo una grande risonanza tra i cittadini di Ferentino e non solo. Siamo stufi di essere considerati il territorio ideale per depositare veleni e sostanze inquinanti.
Da tempo ormai il territorio di Ferentino e con esso l'intera Valle del Sacco da Colleferro a Ceccano sono devastati da un inquinamento crescente che ha raggiunto livelli inaccettabili. Per anni ci è stato imposto un modello di sviluppo distruttivo per l'ambiente che ad oggi ha dimostrato tutto il suo fallimento ripercuotendo effetti gravi sull'ambiente, sul paesaggio e soprattutto sulla salute dei cittadini. È ormai certo che la Valle del Sacco è tra i siti più inquinati d'Italia e la percentuale di tumori sale costantemente, specie qui a Ferentino, mettendo tutti in uno stato perenne di preoccupazione e angoscia per la propria salute e quella dei propri figli. Ma non occorrono studi particolari per prendere coscienza di questa situazione. Basta girare per le case delle periferie di Ferentino per rendersi conto che viviamo in condizioni gravissime.
Odori nauseabondi nell'aria, casi di tumore e malattie gravi in tante, troppe, abitazioni rendono ormai la vivibilità in questo territorio pesantemente compromessa.
Occorre dunque pensare ad un serio progetto di bonifica e ad una riconversione ecocompatibile di un modello di sviluppo devastante, invece di gravare queste zone dell'ennesima minaccia inquinante come è quella dell'impianto di compostaggio presso la zona Scalo di Ferentino.
La misura è davvero colma e i cittadini in questi giorni di riunioni e assemblee hanno sempre dimostrato di essere in tanti e decisi a dare una svolta a questa situazione direttamente dal basso. Mentre infatti la procedura burocratica prosegue con l'aiuto dei tecnici volontari messisi a disposizione fin dall'inizio per questa battaglia con l'intento di bloccare il progetto giuridicamente e tecnicamente, noi cittadini scendiamo nelle strade di Ferentino sabato 7 giugno presso la rotatoria del casello autostradale, per far sentire con forza la nostra voce ed urlare un secco NO all'ennesimo maltrattamento del nostro territorio e della nostra salute.
Tanti i cittadini e le associazioni che parteciperanno anche dai paesi limitrofi. Ci sarà l’amministrazione comunale di Ferentino e speriamo anche le amministrazioni dei Comuni limitrofi invitate dal sindaco Pompeo. Sarà una grande manifestazione, non solo di Ferentino ma dell'intera Valle del Sacco».

Anche il Senatore del PD Francesco Scalia ha preso posizione contro il nuovo impianto. In una nota diffusa stamattina spiega: «Sono fermamente contrario all'autorizzazione di un impianto di compostaggio rifiuti a Ferentino e condivido in pieno le ragioni dell’iniziativa organizzata per sabato prossimo dai comitati cittadini e sostenuta dall'amministrazione comunale, cui prenderò parte». Secondo Scalia il quale la realizzazione del progetto «rappresenterebbe un ulteriore carico ambientale in un’area già fortemente compromessa».

«La Regione Lazio – continua – ha già avviato tutte le procedure previste per la Valutazione di impatto ambientale dell'impianto e chiesto nuove integrazioni al progetto perché la documentazione presentata dall'impresa “non risulta esaustiva”. Confido che la Regione non dia parere favorevole all'impianto in questione, considerate le caratteristiche dell'area e l'insistenza nelle vicinanze di insediamenti abitativi».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito