il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Trevi nel Lazio, incontro sull’esondazione dell’Aniene; Patrizi: «Pulire il letto del fiume, poi progettazione»

Trevi nel Lazio, incontro sull’esondazione dell’Aniene; Patrizi: «Pulire il letto del fiume, poi progettazione»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

TREVI NEL LAZIO - Grande  partecipazione venerdì sera a Trevi Nel Lazio per l'incontro organizzato dall'Amministrazione Comunale per affrontare il problema dell'esondazione del fiume Aniene, problematica molto sentita dai numerosi agricoltori dei terreni limitrofi, costantemente in ansia ogni volta che le piogge si fanno torrenziali, o allo sciogliersi delle nevi, che alzano il livello del fiume che inevitabilmente fuoriesce dal suo letto inondante le aree adiacenti. All'incontro è intervenuto il commissario provinciale Giuseppe Patrizi, che ha ascoltato i vari interventi prima del Sindaco Pierfilippo Schina e poi dei vari cittadini interessati. «Ovviamente -hanno sottolineato in molti agricoltori presenti- il problema si ridurrebbe se qualcuno si decidesse a pulire i punti in cui il fiume è parzialmente ostruito, che è da anni che non avviene.  Se l'acqua defluisse meglio, il rischio di esondazioni diminuirebbe. L'acqua scorre normalmente nel proprio letto quando è pulito e privo di ostacoli, quali i detriti formati da erba, sabbia, ghiaia, pezzi di alberi morti o caduti dal vento, frane dalle rive e, anche da rifiuti urbani gettati da qualche persona incivile, che considera i fossi come pattumiere;  al contrario ed è quello che accade, c'è  un continuo innalzamento del letto del fiume, e un grave rischio: nel caso di forti piogge, infatti, le acque, non avendo liberi i propri alvei, esondano, provocando danni e, in alcuni casi, anche disastri».
«Ho ascoltato con attenzione -ha chiuso l'incontro Patrizi- capendo la gravità e l'importanza di questa situazione. La prossima settimana, farò insieme ai tecnici della Provincia insieme al Comune di Trevi Nel Lazio un sopralluogo, per vedere il tratto interessato, dunque verrà pianificata una progettazione, e conquista questa andare in Regione convocando una conferenza di servizio con Regione, Provincia, Autorità di Bacino ed altre autorità coinvolte, ci sono fondi europei per l'ambiente e credo che con un valido progetto si possa intervenire incisivamente. Al di la di ciò, la prima cosa da fare resta comunque la pulizia del fiume, azione basilare».

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito