il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Gaia, Lazio Ambiente approva l'acquisto della società

Gaia, Lazio Ambiente approva l'acquisto della società

  • PDF
Valutazione attuale: / 5
ScarsoOttimo 

ROMA - Dunque il passaggio è cosa fatta. La società Lazio Ambiente spa, una newco ad intera partecipazione regionale, ha approvato nei tempi previsti l'acquisto di Gaia spa.

Nei giorni scorsi in molti tra esponenti politici e del mondo economico laziale avevano chiesto lumi su un passaggio che sembrava in alto mare. Ieri invece è trapelata la notizia dell'approvazione all'acquisto del consorzio Gaia che, ricordiamo, gestisce la raccolta dei rifiuti in una ventina di comuni tra l'area nord della Ciociaria e la provincia di Roma, nonchè il termovalorizzatore di Colleferro e una discarica.

La notizia del passaggio di Gaia a Lazio Ambiente, di cui ancora non si conoscono i dettagli, arriva nel pieno del terremoto politico causato dalla decisa presa di posizione del Ministro dell'Ambiente Corrado Clini, per scongiurare l'emergenza rifiuti a Roma e nel Lazio, e la protesta, fino al blocco della discarica di Collefagiolara dei giorni scorsi, dei lavoratori del Gaia, per protestare contro i comuni morosi del consorzio e la difficoltà d i pagare addirittura gli stipendi da parte della società.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco di Colleferro Mario Cacciotti: «Con questa offerta – spiega Cacciotti – la Regione Lazio ci aiuta a tutelare il posto di lavoro di oltre 500 persone e a mantenere operativa una struttura indispensabile per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti di tanti comuni, affiancando così l’impegno di quelle amministrazioni che hanno creduto alla possibilità di uscire da questa problematica e per questo non posso che ringraziare ancora la Presidente Polverini.
Nei prossimi giorni seguiremo con molta attenzione l’evolversi della questione – dice ancora il Sindaco – anche perché non dimentichiamoci che Colleferro è proprietaria della discarica e qui da noi ci sono i due termovalorizzatori. Colleferro vorrà giocare un ruolo da protagonista e ribadisco perciò anche l’intenzione del Comune di entrare a far parte della società».

Lazio Ambiente potrebbe dunque rappresentare una boccata d'ossigeno per il martoriato consorzio. Almeno dal punto di vista finanziario. Ma nessuno si illuda che questo da solo possa bastare.

Ultimo aggiornamento Venerdì 16 Marzo 2012 12:55

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito