il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Acuto, la strada per Porciano è terra di nessuno?

Acuto, la strada per Porciano è terra di nessuno?

  • PDF
Valutazione attuale: / 6
ScarsoOttimo 

ACUTO - Numerosi lettori ci hanno segnalato, anche con fotografie, l’intensificarsi del fenomeno delle discariche abusive lungo la strada Acuto-Porciano. Sul luogo insistono infatti diversi cumuli di rifiuti con materiali di ogni tipo: dai materassi ai lastroni in eternit, dai sanitari agli elettrodomestici, da rifiuti domestici ai residui di demolizioni edilizie, anche confezionate nelle sacchette di plastica normalmente utilizzate dalle ditte edili per la rimozione dei calcinacci.

Almeno una di queste discariche è stata sequestrata nelle settimane passate dalla Guardia Forestale, ma in attesa di un intervento di bonifica a questa se ne sono aggiunte numerose altre in più punti della strada, che ricade a cavallo dei comuni di Ferentino, Anagni e Acuto. Negli anni passati, stante la difficoltà nel coordinare gli interventi di manutenzione e di controllo tra i diversi enti, erano state approvate delle delibere per attribuire la strada alla Provincia di Frosinone, ma l’iter non è stato completato, e ad oggi la strada sembra davvero terra di nessuno. All’altezza dell’impianto di decompressione del gas metano si trova un segnale stradale semidivelto dai macchinari agricoli di passaggio e sforacchiato dagli spari di cacciatori frustrati; intorno all’impianto è sorta nel tempo una discarica vera e propria: anche qui si raccoglie un campionario di elettrodomestici, residui edili, vecchie componenti di automobili, etc..
Insomma: un biglietto da visita non proprio esaltante per la vicina riserva naturale del lago di Canterno. È vero che i controlli sono complicati su una via pochissimo trafficata, ma forse è giunto il momento di un intervento di bonifica complessivo che smentisca l’impressione di un “territorio libero” lungo il quale l’abbandono dei rifiuti sia di fatto tollerato e restituisca al bosco il suo ruolo di polmone verde e area naturale.

 

Ultimo aggiornamento Martedì 31 Gennaio 2012 00:48

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito