il giornalino di Acuto - Frosinone

Home ::> Ambiente ::> Finanziamenti per il castagno, Lazio in ritardo

Finanziamenti per il castagno, Lazio in ritardo

  • PDF
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 

Sample ImageROMA - Tutte le Regioni italiane aprono alla castanicoltura da frutto e a quella da produzione legnosa finanziamenti derivanti soprattutto dai Fondi Strutturali Europei (consultabili in www.fondieuropei.it 2010-2013). Tra questi sono il FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), il FEASR (Fondo Europeo Agricolo di Sviluppo Rurale), il FEAOG (Fondo Europeo Agricolo di Orientamento e Garanzia). 
I Regolamenti CE stabiliscono obiettivi, criteri, regole; ogni Stato li recepisce con Legge propria; poi ogni Regione italiana inserisce i Fondi nei suoi Programmi.
I Fondi europei finanziano le iniziative dal 100%  di spesa (per diverse iniziative pubbliche) a una quota parte del costo (per imprese private).

Sample ImageDue sono le principali  correnti di finanziamento potenzialmente aperte ora per i Territori laziali (chi vuole dati approfonditi cerchi in web i due titoli qui evidenziati, troverà anche i nominativi e telefoni dei funzionari incaricati alle pratiche):

1.    Il  POR  fesr PROGRAMMA OPERATIVO  della REGIONE  LAZIO  2010-13   
E’ utile sapere che l’Europa col FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) 2007-2013  favorisce la dinamica socio-economica, l’ innovazione, lo sviluppo, la ricerca. Vi accedono innanzitutto gli enti pubblici con manifestazioni di interesse,  le imprese con bandi. Infatti è mirato a sostenere la formazioni di una rete pubblica che sia di efficiente supporto al successivo PSR del FEASR.
Il POR finanzia distinguendo assi e linee di intervento.  Dà finanziamenti a chi presenta Progetti integrati. E’ aperto a vari tipi di sviluppo: ne indichiamo solo due tra i tanti:
Asse IX   Assistenza tecnica (migliora le strutture centralizzate e operative della divulgazione)
Asse VIII,   Linea di intervento  8.2.1.7   per Progetto integrato per contrastare lo spopolamento dei sistemi territoriali marginali e in declino (si finanzia dall’apertura di strade a “nuove iniziative territoriali compatibili con le specificità locali” (es. centri associati di prima lavorazione castagne))

2.    Il  PSR   PROGRAMMA DI SVILUPPO RURALE  della REGIONE LAZIO
Il FEASR  (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale) 2007-13,  dà  co-finanziamento se ci sono programmi integrati tra più Regioni. Ci sono assi e misure.
Riportiamo l’intera serie di voci di finanziamento, poiché di fatto il testo regionale  apre accessi a tutto quanto può servire allo sviluppo delle imprese e del territorio: dall’acquisto macchine e opere in bosco a case per turisti ecc. Si cerchino in web i contenuti di ogni misura.

Ma perché prima scrivevamo “correnti di finanziamento potenzialmente aperte” ?
Sample ImagePerché purtroppo la Regione non ha ancora reso disponibili tutti i fondi europei già stanziati al Lazio: sembra che lotte politiche interne ne blocchino da circa un anno e mezzo  le erogazioni.
Il Lazio, purtroppo, già non brillava di tempestività nelle erogazioni all’agricoltura. Speriamo comunque in tempi migliori.

Giorgio Grassi (già CRA-Frutticoltura, Roma e Caserta)


Leggi anche:

4 dicembre 2011
Castagno, albero multivalente da riscoprire

29 novembre 2011
Finanziamenti per il settore castanicolo, Lazio in ritardo


14 novembre 2011
Un fungo salverà il castagno dal cinipide?

26 ottobre 2011
I tavoli di filiera del settore castanicolo


23 ottobre 2011
Castagne tra sagre e cinipide: che novità?

21 febbario 2011
I castagneti di Rocca di Papa: convegno

22 giugno
 2010
Cinipide del castagno: cos’è e come combatterlo

2 febbraio 2010
Cinipide, dall'Asia una minaccia per il castagno

Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Gennaio 2012 23:02

Per poter inserire i commenti è necessario loggarsi.
Se non sei un utente registrato, puoi registrarti ora.

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito