News de ilgiornalino.net http://www.ilgiornalino.net/ Tue, 11 Aug 2020 19:16:27 GMT FeedCreator 1.8.0-dev (info@mypapit.net) Trevi Nel Lazio, Il pane dei Sapori Trebani, sulla tavola di Papa Francesco http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8425-un-prodotto-di-grande-eccellenza-il-pane-dei-sapori-trebani.html alt TREVI NEL LAZIO - Il pane è da sempre considerato il cibo principe nel corso del tempo, alimento dato per scontato ma che molto può raccontare sui costumi alimentari delle popolazioni che ne hanno fatto, e ne fanno, perno dell’alimentazione.

Attraverso il pane, si riscopre il senso profondo dei legami con la cultura di appartenenza, si comprende di essere produttori e prodotto della cultura, e si capisce che un cibo, “buono da mangiare” si struttura nel tempo in un rapporto forte con la propria terra e con la passione di chi lo crea.

In provincia di Frosinone, nel Comune di Trevi Nel Lazio, nella località turistica degli Altipiani di Arcinazzo, si sforna il pane più buono della Ciociaria, direttamente dal forno a legna dei “Sapori Trebani”, così buono da essere presente sulla tavola del Santo Padre. Quest’attività a gestione familiare, oltre a questo prodotto di eccellenza, produce dolci tipici della tradizione ciociara, il tutto seguendo le ricette di un tempo, e soprattutto con gli ingredienti più importanti: tanta passione ed amore da mettere con le mani in pasta.

A restare estasiato dalla bontà di questo pane, è stato S.Ecc. Mons. Rino Fisichella, ormai assiduo frequentatore degli Altipiani di Arcinazzo, dove trascorre le vacanze e le giornate di riposo, così ammaliato da tanto gusto, che rientrando un giorno in Vaticano, portò il pane e prelibatezze del forno dei Sapori Trebani al Santo Padre, che ne apprezzò molto il sapore. Così mons. Fisichella organizzò durante la celebrazione in Vaticano per la conclusione del mese mariano, l’occasione per far incontrare Massimiliano Ricci, Maria Mari e Leonardo Ricci con Sua Santità Francesco (foto in basso). In quella circostanza donando dei prodotti del forno al Papa, la famiglia Ricci, ricevette forse i complimenti più graditi in questi anni di attività, proprio direttamente dal Vescovo di Roma. “E’ stata un’emozione unica –ha commentato Massimiliano Ricci- incontrare il Santo Padre, porgergli i nostri prodotti di eccellenza, ed avere il suo plauso per l’amore e la passione che mettiamo nel fare il nostro pane”.

Di certo un’occasione unica, che deve inorgoglire non solo i protagonisti, ma l’intero territorio, perché il pane dei “Sapori Trebani”, rappresenta un prodotto di eccellenza di questa terra. Questo pane, oltre a raccontare un elemento di assoluta unicità, racchiude in sé un significato particolare: vuole testimoniare, quanto sia bella Trevi Nel Lazio, una terra ricca di talenti, di qualità e di elementi di positività.

L’incontro di Massimiliano, Maria e Leonardo con il Santo Padre, di certo per loro rappresenta un momento unico e speciale in quanto protagonisti diretti di sentimenti e sensazioni d’inestimabile valore, ma allo stesso tempo è stato un momento di orgoglio per tutta la comunità trebana.

alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 30 Jul 2020 14:54:09 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8425-un-prodotto-di-grande-eccellenza-il-pane-dei-sapori-trebani.html
Piglio, Dove sono finite le foto trappole contro le discariche a cielo aperto? http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8424-troppe-discariche-nella-campagna-di-piglio.html alt PIGLIO - Le discariche abusive sono sempre presenti su tutto il territorio comunale di Piglio, soprattutto nelle aree periferiche del paese. Lungo le strade rurali della rinomata campagna dove si coltiva il più noto vino Cesanese del Piglio, proprio all’interno della vegetazione incontrollata nascono continue discariche abusive a cielo aperto, complice l’incuranza nel provvedere alla pulizia ed al controllo delle siepi lungo le strade.

L’Amministrazione Comunale sembrava sensibile a questa problematica, tempo fa si era paventata l’istituzione di una task force per il controllo del territorio, una sinergia tra Polizia Locale , Protezione Civile e Guardie zoofile, ma non se ne è fatto più nulla. D'altronde con tutti i mezzi a disposizione la Protezione Civile potrebbe vigilare sul territorio unendo al contrasto preventivo degli incendi (quindi ammonendo proprietari terrieri alla Pulizia) con il controllo contro le discariche. Certo il Sindaco è il responsabile della Protezione Civile ed egli stesso può se vuole dare quest’indicazione. Sorge comunque spontanea la domanda: “che fine hanno fatto le foto trappole non solo annunciate, ma che era stato detto dalla casa comunale che erano state acquistate dall’Ente? L’uso di quest’attrezzatura non solo risolverebbe il problema della pulizia del territorio, ma colpirebbe gli incivili con multe utili alle casse comunali. Gli strumenti ci sono, e c’è personale da mettere in campo se solo si vuole. Intanto la cittadinanza continua ad essere inerte spettatrice di questo triste rappresentazione che deturpa il territorio, come i continui scarichi di rifiuti di ogni genere in località Colle di Grano (foto sotto).

alt alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Fri, 24 Jul 2020 13:50:28 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8424-troppe-discariche-nella-campagna-di-piglio.html
Trevi Nel Lazio, Il Ministero degli Interni stanzia € 552.730,88 per l'Ente Comunale http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8423-grande-risultato-per-lamministrazione-di-silvio-grazioli.html alt TREVI NEL LAZIO Un altro importante successo è stato raggiunto dall’Amministrazione del Sindaco Silvio Grazioli (nella foto in basso), che in risposta ai vaniloqui di chi poco conosce macchina amministrativa, ha ottenuto la somma di € € 552.730,88 dal Ministero degli Interni.

“Il Sindaco di Trevi nel Lazio Silvio Grazioli -si legge in una nota- esprime grande soddisfazione per l’accoglimento totale della richiesta di anticipazione di liquidità a seguito del Decreto Rilancio D.L. 34/2020 varato dal Governo per l’emergenza Covid, fatta con delibera di giunta n. 40 del 2020.

Il Ministero degli Interni ha stanziato per il Comune di Trevi la somma totale di € 552.730,88 IVA compresa al 10%.

Tale situazione rappresenta un risultato straordinario dal punto di vista del bilancio comunale in quanto consente di abbassare la quota di disavanzo contabile che nel 2019 è stata ridotta di € 258.000,00 di oltre mezzo milione di euro nel 2020, dimezzando di fatto tale disavanzo in meno di un anno; ricordiamo che la dichiarazione di riequilibrio il Consiglio comunale l’ha fatta il 6 agosto 2019 ed ha approvato il Piano pluriennale nel novembre 2019. Pertanto in meno di un anno questa Amministrazione è riuscita a dimezzare il disavanzo contabile, che secondo il rullino di marcia stabilito dal Piano stesso, avrebbe comportato un termine di circa otto anni, praticamente quello che si doveva fare in otto anni è stato fatto in poco più di otto mesi. La straordinaria efficacia dell’azione amministrativa e contabile dimostra come questa Amministrazione stia affrontando con competenza e capacità la gestione di questo periodo, facendo fruttare tutte le opportunità che si presentano dal punto di vista legislativo e contabile, pur in un particolare momento di complessità istituzionale, che offre però, delle opportunità che debbono essere immediatamente colte e messe a frutto.

Infatti la capacità amministrativa –conclude il comunicato- deve guardare non soltanto alla gestione corrente, ma anche a tutte le opportunità di carattere legislativo, amministrativo e contabile che di volta in volta si presentano per poter amministrare la cosa pubblica”.

 alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 23 Jul 2020 23:11:18 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8423-grande-risultato-per-lamministrazione-di-silvio-grazioli.html
Trevi Nel Lazio, Gli auguri del Sindaco Grazioli per i 100 anni di Luigi Amati http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8422-una-lettera-molto-sentita-per-questimportante-traguardo.html alt TREVI NEL LAZIO - Una lettera molto bella quella che il Sindaco di Trevi Nel Lazio Silvio Grazioli ha nome dell'Amministrazione ha dedicato a Luigi Amati (nella foto in basso), che ha tagliato il traguardo dei 100 anni. "Ogni volta che un nostro concittadino raggiunge il traguardo dei 100 anni, -scrive il Sindaco Grazioli- tutta la nostra comunità si sente in festa, come se il cammino di vita percorso costituisca il punto di approdo dell’intero popolo trebano, ed un po’ metaforicamente lo è. Cento anni trascorsi in gran parte nel secolo breve, all’indomani della grande guerra ed in tempo utile per partecipare alla seconda, ancor più sanguinosa della prima. Poi la ricostruzione, le speranze, le certezze a mano a mano consolidate dal bum economico, poi l’Europa, la pace internazionale, e di nuovo le tensioni, il terrorismo a sfondo religioso, la nuove incertezze ed i nuovi equilibri; su tutto sempre il valore della memoria e della testimonianza, per non dimenticare e per non ripetere gli stessi errori. Per questo il traguardo raggiunto da Luigi Amati costituisce un valore aggiunto per tutti noi, che possiamo sentirci fieri di avere un protagonista di un periodo particolare ed importante della nostra storia. Per tanti anni è stato presidente dell’associazione combattenti di Pisa, ed al tempo stesso è stato sempre vicino alla sezione combattenti di Trevi, di cui negli ultimi decenni è diventato un punto di riferimento essenziale, soprattutto per i giovani che hanno bisogno di modelli di riferimento cui ispirare le loro azioni ed i loro comportamenti. Per questo l’amministrazione tutta e la comunità di Trevi si stringono intorno a Luigi con un grande abbraccio per rinnovare i più sentiti e calorosi auguri. Ad maiora".

 alt


]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 15 Jul 2020 21:59:44 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8422-una-lettera-molto-sentita-per-questimportante-traguardo.html
Piglio, Persiste lo stato di abbandono del percorso contemplativo di San Giovanni Paolo II http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8421-sotto-il-piu-completo-disinteresse-dellamministrazione-felli.html alt PIGLIO - “Le piccole cose sono responsabili dei grandi cambiamenti”, scrive il grande scrittore brasiliano Paulo Coelho, e forse è il concetto più chiaro per definire la situazione in cui versa il percorso contemplativo di Giovanni Paolo II, una delle attrattive più importanti del territorio pigliese, o meglio lo era visto lo stato di abbandono e disinteresse in cui versa. E’ dall’inizio dell’anno, che a seguito di sollecitazioni di amanti di questo luogo immerso nel verde e molto spirituale,(che il Santo Padre Giovanni Paolo II amava percorre, tutte le volte che poteva allontanarsi dalla Santa Sede), torniamo nuovamente a puntare i riflettori sul suo stato di abbandono. La stele marmorea posta ad inizio del percorso , è da circa sette mesi , dopo un atto vandalico, che si trova gettata a terra e ormai soffocata dalla vegetazione. Vane tutte le sollecitazioni per ripristinarla. “Le piccole cose sono responsabili dei grandi cambiamenti”, il piccolo gesto in questo caso, sarebbe stato quello di riposizionare correttamente la stele, ma il Sindaco Felli e la sua amministrazione preferiscono abbandonarla. Atteggiamento questo, un po’ paradossale considerando che proprio quest’anno , ricorrono i 100 anni dalla nascita del Santo Padre; e non solo, è anche altamente ipocrita, se si pensa a tutte le volte che si parla di turismo ambientale e spirituale, che gli stessi amministratori promuovono e poi invece se ne disinteressano concretamente. E’ dai piccoli gesti dunque che nascono i grandi progetti, le crescenti iniziative e si promuove il territorio, in questo caso non c’è tutto ciò perché non ci sono i piccoli gesti , ed il Percorso Contemplativo di S.G.P.II, vive il suo percorso di declino.

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Tue, 14 Jul 2020 19:58:58 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8421-sotto-il-piu-completo-disinteresse-dellamministrazione-felli.html
Colleferro, Sul podio la filiale 127 Gruppo BCC di Roma, per l'ottimo lavoro svolto nel 2019 http://www.ilgiornalino.net/home/economia/8420-nel-team-premiato-due-professionisti-anagnini.html altCOLLEFERRO - Una realtà sempre più solida ed una vera eccellenza del Territorio, quella rappresentata dalla Banca di Credito Cooperativo di Roma, un riconoscimento sempre più prestigioso avvalorato dal virtuoso lavoro della Filiale di Colleferro.

L'agenzia 127 colleferrina ha infatti conquistato un meritato riconoscimento al lavoro svolto nel 2019 piazzandosi sul podio - tra le Agenzie Grandi - nel “Contest” interno della Banca che prevede la partecipazione di tutte le unità della rete. Un entusiasmante secondo posto, preceduta esclusivamente dalla Filiale di Loreggia (Padova), leader delle grandi filiali del Veneto. L'Agenzia di Colleferro è guidata da un team d'eccellenza (foto in basso): il dottor Paolo Cammarota, coordinatore territoriale Zona Lazio Sud, Direttore di grande esperienza maturata in altri importanti Istituti e dal 2019 in BCC Roma; il vicedirettore, dottor Gianni Rossi (affermato professionista anagnino); una squadra efficiente e molto qualificata composta dal dottor Francesco Bellini (anche lui anagnino), dottor Alessandro Persichini, Valerio Ippoliti, Antonello Colaiori, Bruno Vittori ed Eleonora Cuttonaro.

Un grande successo che porta alto non solo l'egregio lavoro del gruppo BCC di ROMA ma anche di giovani e motivati professionisti, esempio ammirevole per tutto il Territorio.

                      RR

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 02 Jul 2020 16:08:29 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/economia/8420-nel-team-premiato-due-professionisti-anagnini.html
Trevi Nel Lazio, Grazioli ottiene un ottimo risultato che avvicina di molto al dimezzamento del disavanzo http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8419-mentre-lopposizione-si-diverte-a-perdere-tempo-lamministrazione-grazioli-raggiunge-obiettivi.html alt TREVI NEL LAZIO - Invece di esprimere ufficialmente il nome del proprio candidato a Sindaco e di incominciare a parlare di progetti e di un programma concreto di iniziative a cui voler dar vita per il territorio, a Trevi vi è un’opposizione che sta navigando a vista, e che da un’immagine svanita di se stessa , di chi poco ha da dire in modo concreto, ma che ha tanto di cui sparlare. Se questi sono i presupposti di un’ipotetica maggioranza amministrativa allora, c’è molto da dubitare in termini di capacità gestionale. Non si comprende la motivazione per cui il  gruppo di opposizione  non riesce a decidere di dare fiducia al consigliere di minoranza Pietro Bianchini, che giustamente rivendica il suo ruolo di leader dopo 5 anni di opposizione consiliare. A meno di tre mesi dalle amministrative ed a 59 giorni dalla presentazione delle liste, l'unica cosa certa è che il gruppo di minoranza, vive in uno stato confusionale da cui appunto  non si riesce ad esprimere il candidato a Sindaco.

A differenza nella giornata odierna   dalla casa comunale, viene data una notizia di grande valenza, che evidenzia una capacità amministrativa di spessore, sotto la guida del Sindaco Silvio Grazioli.

“La Giunta Comunale con delibera n.40 del 23-06-2020 –si legge nel comunicato dalla sede comunale- ha approvato la richiesta di liquidità ex art. 115 Co.1 D.L. 19 maggio 2020 n. 34 per attivare la procedura, prevista per aiutare i Comuni, a seguito della crisi originata dal Covid. A differenza delle precedenti anticipazioni di liquidità previste nel 2013 per il pagamento delle imprese nel 2014/15 per il pagamento dei residui di dubbia esigibilità, rispetto a tale procedura vi è un limite di spesa di 6,5 miliardi, da ripartirsi tra le richieste degli 8 mila Comuni italiani.

Il Comune di Trevi Nel Lazio, ha richiesto la somma di circa 600 mila euro. La procedura sarà ultimata dal Ministero entro il mese di luglio. Sicuramente il numero delle domande sarà alto, però c’è la probabile aspettativa che venga finanziata una parte della richiesta effettuata, almeno fino al 50%; tale finanziamento consentirà al Comune nel rendiconto 2020 di ridurre di circa 300 mila euro il disavanzo, che unito al Piano Pluriennale di riequilibrio, consentirà una riduzione di circa 500 mila euro, e questo , insieme al risultato conseguito per l’anno 2019 di 258 mila euro, consentirebbe di avvicinarci al dimezzamento del disavanzo riconosciuto nell’agosto del 2019.

E’ visibile a tutti la straordinarietà del risultato conseguito in meno di un anno da parte dell’attuale Amministrazione, cosa inimmaginabile nell’agosto del 2019. Questo testimonia ancor di più la capacità, la correttezza e la coerenza delle scelte e dell’azione amministrativa messe in campo per raggiungere un risultato di straordinaria importanza dal punto di vista finanziario”.

Dunque un risultato importante questo, che marca la buona amministrazione condotta in questi 5 anni di gestione Grazioli, fatta appunto di concretezza, coerenza e rispetto, elementi molto apprezzati dalla comunità trebana.

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 24 Jun 2020 21:11:07 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8419-mentre-lopposizione-si-diverte-a-perdere-tempo-lamministrazione-grazioli-raggiunge-obiettivi.html
Trevi Nel Lazio, Si prospetta una sfida a due, tra Silvio Grazioli e Pietro Bianchini http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8418-manca-solo-lufficialita-del-consigliere-di-minornza.html alt TREVI NEL LAZIO Dopo l’articolo apparso su questo giornale nei giorni scorsi, nel quale non si conoscevano ancora i nomi o il nome dello sfidante dell’attuale Sindaco Silvio Grazioli, per le amministrative del 20-21 settembre prossimo nel Comune di Trevi Nel Lazio, sono giunte diverse segnalazioni, che danno per certa la candidatura dell’attuale consigliere di minoranza Pietro Bianchini (nella foto in basso).

Non c’è ufficialità né conferma di tale decisione, ma a sentir una corposa parte della popolazione sembra che non ci siano dubbi, sarà Pietro Bianchini lo sfidante di Silvio Grazioli. D’altra parte i tempi stringono ed a 3 mesi dalle elezioni non avere ancora un candidato a Sindaco per sfidare Grazioli, era davvero imbarazzante, tanto da delineare soprattutto un sintomo di grande incertezza e poca concretezza da parte di quel gruppo di cittadini, che finora ha fatto un’opposizione “social”, molto superficiale.

Pietro Bianchini, è ormai l’unico consigliere di minoranza che fa opposizione in Consiglio, è da tempo  che nelle sedute consiliari gli altri due esponenti di minoranza non si vedono né si sentono più. L’unico dunque che ha esperienza amministrativa, e che meglio può riuscire ad unire le varie anime disperse è lo stesso Bianchini, che giustamente, avendo lavorato e costruito un’opposizione in questi 5 anni, merita ad ambire alla candidatura a Sindaco. Infatti non si comprende il perché di tanta titubanza , visto che è un atto doveroso e di rispetto dare fiducia a chi per 5 anni, tra le file della minoranza in modo giusto o sbagliato ha messo la propria faccia in diverse importanti tematiche. Pertanto secondo le voci giunte, sarà una sfida a due tra Grazioli e Bianchini, e non resta dunque che attendere l’ufficialità della candidatura di quest’ultimo.

alt


]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 22 Jun 2020 22:31:29 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8418-manca-solo-lufficialita-del-consigliere-di-minornza.html
Piglio, Disinteresse dell'Amministrazione Comunale per il percorso contemplativo di S.G.PaoloII http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8417-da-febbraio-la-stele-marmorea-e-ancora-a-terra-unaltra-occasione-persa-.html alt PIGLIO - Speravamo che dopo l’articolo pubblicato 20 giorni fa, circa la stele del percorso contemplativo “San Giovanni Paolo II” , sito lungo la provinciale che da Piglio porta agli Altipiani di Arcinazzo, divelta in modo vandalico e gettata a terra ormai dallo scorso febbraio, l’Amministrazione Comunale di Piglio si fosse adoperata, per un semplice intervento di ripristino.

Purtroppo ciò non è accaduto, evidenziando il disinteresse dalla Casa Comunale, per un’area importante e di sicuro richiamo turistico. Sollecitati nuovamente da assidui frequentatori dell’area, proviamo nuovamente a ricordare a quest’Amministrazione, guidata dal Sindaco Mario Felli, che parla molto di turismo ambientale, religioso e sportivo, che è proprio dai piccoli interventi che si mostra l’interesse per il territorio. Il percorso nasce, perché il Santo Padre Giovanni Paolo II, soleva recarsi spesso in quest’area verde, a due passi da Roma, per godere di qualche ora di tranquillità ritirandosi in preghiera immerso in un verde incontaminato.

In ricordo di tali momenti la passata amministrazione Cittadini, volle dar vita a questo percorso contemplativo, che inizia proprio con questa stele marmorea posta in adiacenza alla provinciale che richiama attenzione di chi vi transita, e che invita a conoscere questo luogo, il percorso continua con una statua bronzea a grandezza naturale di San Giovanni Paolo II, ed una Via Crucis a grandezza naturale, che ripercorre il cammino che il Santo Padre faceva. Seguendo l’obiettivo appunto di promuovere questo luogo, l’allora amministrazione pose in due accessi di Piglio, sia lungo la superstrada Anticolana per Fiuggi e sia lungo la Via Prenestina, due significativi cartelloni ben elaborati con l’immagine del Pontefice e quella di Piglio, promuovendo appunto il percorso. Ora, come si può immagine di promuovere un luogo, farlo diventare un simbolo di Piglio , per il suo alto valore e significato, e a seguito di sollecitazioni popolari avvenute a febbraio (pre pandemia) e successivamente a maggio (post pandemia), per risollevare quella stele, si è dimostrato un totale disinteresse, sia verso i cittadini che nello spirito di collaborazione si sono rivolti all’Amministrazione, e sia verso l’idea di turismo tanto paventata.

E’ bene anche ricordare due aspetti fondamentali, ossia che quest’anno ricorre il centenario della nascita del Santo Padre, e che in questa fase post-pandemia, le percentuali di turismo sono notevolmente aumentate in questi luoghi, perché la paura di restare nuovamente bloccati in quarantena in città, ha mobilitato tutti nel cercare dei luoghi vicino la capitale immersi nella natura. Quindi da un piccolo e significativo gesto di disinteresse, dell’Amministrazione Felli d’intervenire per ripristinare la stele di marmo, si evidenzia il più grande disinteresse nel perdere l’occasione , di canalizzare questa grande presenza turistica estiva nel conoscere, con una progettualità di iniziative il territorio pigliese, con tutti gli effetti consequenziali del caso.

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 22 Jun 2020 13:29:29 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8417-da-febbraio-la-stele-marmorea-e-ancora-a-terra-unaltra-occasione-persa-.html
Trevi Nel Lazio, A tre mesi dalle amministrative, non si conosce lo sfidante di Grazioli http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8416--sui-social-solo-chiacchiere-e-poca-concretezza.html alt TREVI NEL LAZIO - Si voterà per le prossime regionali ed amministrative il prossimo 20 e 21 settembre. Sono oltre mille i comuni chiamati al voto, tra cui quattordici capoluoghi di provincia e quattro di regione, con gli appuntamenti più attesi che saranno quelli di Venezia, Reggio Calabria, Trento, Bolzano e Arezzo.

Sono 27 i Comuni del Lazio che apriranno le urne, di questi 8 in provincia di Frosinone incluso in quest’ultimi il Comune di Trevi Nel Lazio. Il Sindaco uscente Silvio Grazioli, si ripresenta per il secondo mandato forte degli ottimi risultati ottenuti durante la sua legislatura, con un programma che sarà di certo basato sulla concretezza, sulla continuità della progettualità già avviata, e sulla determinazione di raggiungere obiettivi importanti per lo sviluppo e crescita del territorio. E se ora c’è sicurezza di una data per le amministrative, e da un lato c’è la realtà della candidatura del Sindaco uscente Silvio Grazioli, dalla parte opposta non si conosce ancora chi sarà lo sfidante di Grazioli. Si pensava alla candidatura dell’attuale consigliere di minoranza Pietro Bianchini, ma lo stesso durante gli ultimi incontri pubblici agli Altipiani di Arcinazzo ha sottolineato che non sarà lui il candidato a Sindaco, a meno che non cambi idea all'ultimo minuto.

“A tre mesi dalle elezioni ancora non si conosce  –commentano alcuni attenti osservatori- la figura o le figure di altri candidati a Sindaco, c’è solo uno sparuto gruppo di cittadini e “vecchie glorie” di una passata amministrazione dimenticata ormai dalla popolazione, talmente poco ha concretizzato durante quella legislatura, che invece di ufficializzare una candidatura di un loro possibile  candidato a Sindaco, goliardicamente cercano di “gettare fumo negli occhi” a volte alimentando la macchina del fango, ed elevandosi a salvatori della patria. Amministrare è una cosa seria e va fatta in modo serio, non si fa dietro una tastiera di computer, diventando “leoni da tastiera”, non si fa utilizzando pseudonimi con la complicità dei social, si fa tra la gente mettendoci la faccia e confrontandosi, ma prima di tutto in questo caso c’è da capire chi si candida a Sindaco e cosa vuole concretamente fare, il resto sono solo chiacchiere messe ad arte che si possono continuare a fare sui social non nella realtà”.

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Fri, 19 Jun 2020 19:02:58 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8416--sui-social-solo-chiacchiere-e-poca-concretezza.html