News de ilgiornalino.net http://www.ilgiornalino.net/ Sat, 07 Dec 2019 22:08:22 GMT FeedCreator 1.8.0-dev (info@mypapit.net) Piglio, In Campidoglio i Sindaci per dire no ai rifiuti di Roma http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8332-felli-qla-nostra-visione-di-territorio-la-decidiamo-noi-e-non-romaq.html alt PIGLIO - Un muro invalicabile quello che oggi a Roma, durante una seduta consiliare in Campidoglio è stato innalzato dai Sindaci della Valle del Sacco (nella foto in basso) che uniti guidati dal Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna hanno con determinazione detto No alla proroga della discarica di Colle Fagiolara; il Sindaco di Piglio Mario Felli, presente anche in questa giornata, ha rappresentato degnamente la comunità pigliese. “In quest'occasione –ha dichiarato il Sindaco di Piglio Mario Felli– abbiamo formalizzato la nostra volontà davanti Sindaco di Roma Virginia Raggi, la volontà di un intero territorio nel dire basta ai rifiuti di Roma. Quest'amministrazioni comunali unite, per una battaglia comune, lavorando insieme superando i confini provinciali e, forti di una storia secolare, hanno dimostrato, che la visione del nostro territorio la decidiamo noi e non Roma. Un territorio che può avanzare e progredire solo se resta unito, con una serie di strumenti concreti che coniugano ambiente, promozione, paesaggio, cultura, innovazione e non di certo l'immondizia di Roma. Il nostro obiettivo comune è un lavoro che assicuri il bene delle nostre comunità. La nostra forza non nasce solo dall’impegno delle amministrazioni comunali ma anche dalla volontà profonda e condivisa di tutte le persone che amano questo territorio e lo vivono da cittadini consapevoli e responsabili, e meritano rispetto ,che con i suoi rifiuti Roma vuole toglierci. Il 15 gennaio Colle Fagiolara chiuderà e questo è un dato certo!!!”.

 alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Fri, 06 Dec 2019 23:10:21 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8332-felli-qla-nostra-visione-di-territorio-la-decidiamo-noi-e-non-romaq.html
Piglio, Venticinque anni di attività del centro diurno Arcobaleno http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8331-felli-qun-fiore-allocchiello-per-la-nostra-comunitaq.html alt PIGLIO - Il prossimo giovedì (11 dicembre) il centro diurno "Arcobaleno” di Piglio compie 25 anni, e si festeggerà l’anniversario presso il piazzale scolastico. Il centro diurno è un servizio rivolto a persone con disabilità e si struttura come risposta ai bisogni educativi, assistenziali e di autonomia della persona e della sua famiglia. Il centro diurno Arcobaleno , grazie all'impegno della Cooperativa Sociale Onlus Anno Zero, a tutti i collaboratori, volontari e amici, riesce a mantenere un saldo rapporto con il territorio che rappresenta per gli ospiti del centro un importante elemento di contatto con la realtà esterna, con il mondo circostante ed anche con il tempo presente. La promozione di tali scambi ed interazioni contribuisce infatti allo sviluppo di relazioni ed opportunità per gli ospiti che possono così alimentare e mantenere vive le loro capacità di socializzazione e dialogo. “Il Centro Diurno "Arcobaleno" rappresenta un "fiore all'occhiello" per la nostra Comunità -sottolinea il Sindaco Mario Felli- dal punto di vista dei servizi erogati, ed è soprattutto un "luogo fisico e affettivo", come ha potuto notare chi ha avuto modo di ammirare e apprezzare la vitalità e la creatività con cui si organizzano e vivono le giornate. Questa struttura ed i suoi ospiti, è parte viva ed integrante del tessuto sociale di Piglio, è luogo di inclusione e di apertura, è un luogo di immaginazione, con lo spazio necessario per disegnare e ridisegnare i progetti, in un lavoro quotidiano che si sperimenta e concretizza con gesti semplici di cura, ripetuti e pensati. Con gioia insieme ai nostri amici, spegneremo giovedì le 25 candeline”.Il Centro diurno di Piglio è un luogo, o meglio un riferimento importante e fondamentale per i suoi ospiti e le rispettive famiglie –ha commentato l’Assessore ai Servizi Sociali Domenico Franceschetti (nella foto in basso con il Sindaco Felli)- che ha un compito estremamente delicato quello di dar modo a ciascuno dei presenti di esprimersi, di delineare la propria personalità. L’ambiente caldo , accogliente e professionale riesce in questo arduo obiettivo, con il coinvolgimento anche delle famiglie che vedono appunto il Centro Diurno un valido sostegno ed aiuto per i propri familiari svantaggiati. Siamo orgogliosi di festeggiare insieme a loro coinvolgendo tutta la comunità di Piglio, il raggiungimento di 25 anni di proficua e costruttiva attività”.

alt       alt


 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 04 Dec 2019 09:41:03 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8331-felli-qun-fiore-allocchiello-per-la-nostra-comunitaq.html
Piglio, Uniti per la chiusura della discarica di Colle Fagiolara http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8330--felli-insieme-per-difendere-il-nostro-territorio.html alt PIGLIO - Attenzione ancora alta sulla chiusura della discarica di Colle Fagiolara, fa eco la grande mobilitazione di sabato scorso che ha visto la presenza di numerosi Sindaci del territorio che al fianco del Sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna (nelle foto in basso), hanno detto chiaramente NO alla proroga della chiusura della discarica per accogliere altri rifiuti da Roma. I sindaci del comprensorio sabato scorso, si sono ritrovati presso l’istituto IPIA di Colleferro per ribadire con fermezza il “NO” delle istituzioni locali alla proroga dell’apertura della discarica di Colle Fagiolara, dichiarando a chiare lettere alla città di Roma, alla Regione Lazio e al Ministero dell’Ambiente, che il 15 gennaio resta come scadenza ultima e definitiva per la cessazione delle attività del sito. “Sabato scorso c’erano migliaia di persone a Colle Fagiolara – ha commentato il Sindaco di Piglio Mario Felli (nella foto in alto )- perché ogni Sindaco rappresentava la propria comunità, il nostro No è stato quello di migliaia di persone, stanche di vedere questo nostro territorio ulteriormente degradato, sfruttato senza alcuna logica per gli interessi di Roma. Il nostro territorio ha rappresentato finora quel tappeto che si alza per nascondervi l’immondizia, ed adesso è ora di dire basta. Uniti rappresentiamo una forza, rappresentiamo un territorio che vuole essere rispettato, che vuole che la propria dignità non venga calpestata. Sono queste le battaglie che ci uniscono che creano sinergia e che danno voce al zona. Questo territorio ha una sua identità che non può continuare ad essere compromessa dalla volontà di chi non riesce a gestire la raccolta dei rifiuti, non facciamo da fanalino di coda a nessuno, abbiamo il dovere di difendere in primo luogo la salute dei nostri concittadini , abbiamo una grande ricchezza naturale, con riflessi turistici, economici da difendere e tutelare. Questi sono gli obiettivi che accomunano tutti i paesi che sabato erano riuniti e che con altrettanta determinazione saranno di nuovo a Colle Fagiolara il prossimo 15 gennaio per la chiusura ufficiale ed inderogabile della discarica. Questa è la nostra terra e la difenderemo con determinazione e forza”.

alt

 alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 02 Dec 2019 09:44:05 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8330--felli-insieme-per-difendere-il-nostro-territorio.html
Trevi Nel Lazio, Dopo le diffamazioni sui social, il Sindaco Silvio Grazioli risponde e smaschera gli autori http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8329-grazioli-un-tentativo-di-ribaltare-la-realta-ed-allontanare-le-proprie-responsabilitaq.html alt TREVI NEL LAZIO - In modo chiaro e diretto annullando tutte le chiacchiere sterili messe ad arte negli ultimi giorni sui social, il Sindaco di Trevi Nel Lazio Silvio Grazioli, ha risposto smascherando tutte le falsità esternate e denunciando gli autori per la diffamazione. “Nelle giornate del 27 e del 28 novembre 2019 senza firmarsi, -si legge nel comunicato del gruppo di maggioranza del Sindaco Grazioli- qualcuno (presumibilmente qualche ex amministratore) sul sito social denominato “agorà” si è abbandonato ad una serie di insulti e di considerazioni che si qualificano da sole. Ora per quanto riguarda la diffamazione nei confronti del Sindaco Silvio Grazioli e dell’Amministrazione, ne risponderà dinanzi alle opportune sedi giudiziarie. Mentre sulle considerazioni in libertà è utile fare qualche precisazione. In primo luogo stando allo scritto del 28 novembre relativo al fatto che il Sindaco di Trevi sia andato a Pescorocchiano a ritirare un riconoscimento per l’impegno sull’attività culturale e storica relativa al problema del brigantaggio post unitario, lo stesso agorà ha fatto una serie di illazioni in relazione alle spese di rappresentanza del Comune di Trevi ed alla illazione che il Sindaco Grazioli va in giro a destra e a manca dalla Sicilia alle manifestazioni con alti prelati con Accademie Reali e quant’altro come se lo facesse a spese del Comune, ebbene sappia agorà, che il Sindaco Grazioli come ha avuto già modo di dire, ha percepito un rimborso spese dal 2015 ad oggi pari ad € 0,00 (Euro zero/00) in quanto è andato in giro dalla Sicilia al Vaticano sempre con la sua auto Fiat Bravo, pagando regolarmente con i suoi soldi i pedaggi autostradali, a differenza della precedente Amministrazione, dove anche l’ex assessore si faceva rimborsare tutti i viaggi e tutte le spese che faceva per le trasferte comunali; questo però non si dice perché si deve sempre buttare fumo negli occhi, come sulle spese di rappresentanza affermando che il Comune ha speso la modica cifra di € 27.880,00, mentre la realtà è che il Comune di Trevi per rappresentanza quest’anno (come negli anni precedenti) ha speso soltanto € 143,00 per la deposizione della corona al monumento ai caduti, e questo vale anche per il sig. Francesco Altipiani come scrive su Facebook condividendo il posti di agorà, dichiarando che il comune ha speso per rappresentanza € 2.500,00 al mese, quando è palesemente falso e di tale dichiarazione ne risponderà anche lui dinanzi alle competenti Autorità giudiziarie. E’ bene ricordare che l’Amministrazione Grazioli ha ridotto di oltre il 60% le spese istituzionali per i gettoni di presenza e le indennità varie nel capitolo di bilancio a partire dall’insediamento e fino ad oggi, infatti lo stanziamento nel 2015 era di circa € 67.000,00 ed è stato portato a circa € 25.000,00 pensate ogni anno un risparmio di oltre € 40.000,00 pari a circa € 200.000,00 per tutti e cinque gli anni di Amministrazione. Ma questo non fa comodo dirlo. Non fa comodo dire che il sindaco Silvio Grazioli ha rinunciato fin dall’insediamento al pagamento dei contributi alla cassa degli Avvocati, chiedendo che tale cifra venisse messa sul capitolo dei Servizi sociali, sono circa € 25.000,00 in cinque anni ai quali il Sindaco Grazioli ha rinunciato, così come gli amministratori hanno rinunciato ai vari rimborsi, e questo ha consentito di ridurre le spese istituzionali che ripetiamo erano di € 67.000,00 e di mettere i soldi nel Servizio sociale, ciò che ci ha consentito di fare le Borse lavoro per decine di giovani e cittadini di Trevi. Ricordatevelo bene quando scrivete. E poi, invece di essere contenti che il sindaco Grazioli va in Sicilia (con i suoi soldi) a rappresentare il Comune di Trevi dinanzi ad almeno cinque Università, l’Università di Messina, l’Università di Catania, l’Università di Perugia, l’Università di Tor Vergata e l’Università di Cassino che hanno collaborato alla realizzazione dei Convegni sullo scrittore Stefano D’Arrigo, partendo dal Convegno Internazionale che il Comune di Trevi ha organizzato nell’ottobre del 2015 e che si è tenuto all’Hotel San Giorgio (dove D’Arrigo è vissuto per oltre cinque anni scrivendo il suo capolavoro) ed il Castello di Trevi nel Lazio. Tale Convegno ha avuto un’ eco talmente rilevante che lo stesso Comune di Ali Terme insieme all’Università di Messina e di Catania, nel celebrare il centenario della nascita di Stefano D’Arrigo hanno sentito l’obbligo di invitare il Comune di Trevi che aveva riproposto all’attenzione della critica italiana la figura di Stefano D’Arrigo, con le relazioni fatte nel 2015 dalla Professoressa Siriana Sgavicchia dell’Università di Perugia e del Professor Raffaele Manica dell’Università di Tor Vergata. Adesso potete fare un raffronto tra questo concetto di cultura e quello di Trebantiqua. Capiamo che vedere il Sindaco Grazioli –continua la nota- spesso all’attenzione dei media come avete scritto “tra alti prelati, Accademie Reali, partecipazioni a sostegno di manifestazioni Templari con tanto di croci e spade, conferimento di attestati, conferimenti di cavalierati, commemorazioni in terra sicula e persino beatificazioni, e chi più ne ha più ne metta” possa suscitare in alcuni un sentimento di invidia, ma l’invidia rimane un elemento negativo, che se non viene superato, può tramutarsi in rabbia, rancore ed odio. Venendo invece alle considerazioni fatte da agorà il 27 novembre, si afferma che il servizio idrico sarà ceduto all’ACEA e viene portato l’esempio di alcuni Comuni della valle dell’Aniene, dove la depurazione è gestita dalla stessa ACEA. Strano che l’ex amministratore non ricordi che la depurazione del Comune di Trevi nel Lazio è gestita già da quindici anni dall’ACEA e che il 60% della rete fognaria che si trova nel Comune di Trevi nel Lazio non è gestita dal Comune stesso ma dal CORECALT che lo sta cedendo all’ACEA. Pertanto il Comune gestisce solo la fognatura del Centro storico ed è quindi in questa prospettiva che fu fatto l’accordo nel 2008 con cui è stata rinnovata la rete fognaria, è stata fatta la separazione delle acque bianche, che tra l’altro rimarranno in capo al Comune ed è stata rifatta tutta la pavimentazione del centro storico. Quando ACEA ha firmato questo contratto sapeva benissimo che sarebbero passate alla sua gestione soltanto le fogne, ma il servizio idrico sarebbe comunque rimasto al Comune di Trevi. Pertanto questo consentirà al Comune di Trevi di tenersi il servizio idrico difendendo questa scelta fatta all’unanimità dal Consiglio comunale (ricordando che solo il consigliere di minoranza Bianchini si è allontanato dall’aula) quindi il tentativo di gettare fumo e di dire che noi vogliamo venderci l’acqua all’ACEA non solo rappresenta un insulto all’intelligenza ed alla volontà del Consiglio comunale, ma anche un deprecabile tentativo di sciacallaggio politico, esattamente come quando si dice che quelli dell’ ACEA stanno facendo i geroglifici per il paese, in realtà stanno facendo una ricognizione della fognatura esattamente per ridarci il € 1.326.000,00. I cittadini sanno ben distinguere tra chi fa i fatti e chi da ormai cinquant’anni abbaia alla luna. In relazione invece a quanto dichiarato sulla presenza del disavanzo è utile tornare a precisare alcune cose fondamentali. In primo luogo il disavanzo si compone per € 1.100.000,00 di crediti di dubbia esigibilità (tributi, multe, concessioni di mercato, IMU, TASI, TARI, acqua arretrata degli ultimi venti anni divenuti ormai inesigibili) e tutti questi residui di dubbia esigibilità potevano essere spalmati in trent’anni senza alcuna procedura particolare, ed invece a due mesi dalle elezioni l’Amministrazione uscente ha preferito far finta di niente e lasciarli nella parte attiva del bilancio, dando così un bel regalo (fregatura) all’amministrazione entrante che ovviamente li ha dovuti inserire nel disavanzo in qualità di crediti inesigibili. Poi ci sono poco più di € 325.000,00 per accantonamento dei mutui D.L. 35 che sono quelli contratti dalla precedente Amministrazione nel 2013 per il pagamento delle imprese che avevano fatti i lavori e non erano stati pagati; poi ci sono € 395.000,00 di erronea imputazione al fondo di anticipazione di cassa, in quanto imputate sullo stesso capitolo del 2017, mentre una andava imputata al 2017 ed una al 2018. La prima cosa che balza in evidenza è che sia i € 325.000,00 chiesti nel 2013 sia l’accertamento dei residui fatto nella primavera del 2015 siano legate a scelte e valutazioni fatte dalla precedente amministrazione. Questo, però, l’ex amministratore dimentica di dirlo e di sottolinearlo. Lo stesso ex amministratore dimentica di citare quanto scriveva la Corte dei Conti nella nota del 13/06/2015 in relazione al buco di cassa del 2013 e questo è particolarmente significativo perché dinanzi ad una mancanza di liquidità, nel 2013 fu fatta la scelta di impiegare somme in conto capitale per spesa corrente. Noi ancora aspettiamo le risposte alle domande che abbiamo posto e cioè del fatto gravissimo che siano state fatte le liquidazioni sui soldi giunti in conto capitale cioè per pagare le ditte e che invece le ditte non siano state pagate, ma le ha dovute pagare l’attuale Amministrazione, in particolare avevamo citato e pubblicato le carte relative ai lavori per la realizzazione dei giardini per € 91.000,00 e mancavano all’appello € 22.000,00 pagati dall’attuale Amministrazione; esattamente come per il castello Caetani con i soldi che erano arrivati nel 2012 e di cui già abbiamo allegato le reversali con la liquidazione fatta nel 2013 con determina già allegata n. 309 del 07/06/2013 per € 177.000,00 e con determina n. 172 del 06/03/2014 per € 37.510,00 senza fare il mandato che poi ha dovuto pagare l’attuale Amministrazione, con tutte le spese relative al decreto ingiuntivo. Esattamente come ci piacerebbe sapere perchè è stata fatta la liquidazione all’impresa Zovini per i lavori fatti in chiesa e non pagati per l’importo di € 12.616,80 pagati invece dall’attuale Amministrazione. Esattamente come per i Colli Mordani dove sono arrivati i soldi ma alla Ditta G. & M. Lavori non sono stati dati circa € 53.000,00, che ha dovuto pagare guarda caso l’attuale Amministrazione; e tutti gli altri che a mano a mano faremo uscire e vi chiederemo conto. Intanto cominciate a rispondere su questo già sono due volte, che non rispondete adesso abbiamo aggiunto questa terza domanda e speriamo che la risposta sia esaustiva. L’attuale Amministrazione quando è entrata ha dovuto pagare tra i lavori del PSR e i lavori di altre opere circa € 2.200.000,00 di cui in parte già abbiamo già allegato gli specifici lavori che ci riserviamo di replicare prossimamente. Tale importo avrebbero buttato giù chiunque, anche un elefante, mentre noi con pazienza stiamo qui a riparare le scelte sbagliate della precedente Amministrazione. Tra l’altro volevamo fare un’annotazione di carattere generale, quando eravamo all’opposizione noi gridavamo allo scandalo del fatto che il Comune di Trevi nel Lazio fosse diventato una succursale del Comune di Piglio, bene ora dinanzi agli ultimi avvenimenti non sentiamo nessuna parola né da agorà né da altri. (Non osiamo immaginare cosa sarebbe successo in caso contrario, giorni di diretta Facebook, notiziari social ogni mezz’ora, e cinguettii di qualunque tipo). Sottolineiamo che alcuni, per la verità sempre gli stessi, che potremmo definire Piglio-boys vanno sempre a dare man forte attraverso il pulsantino del computer. Sarebbe molto più dignitoso –conclude il comunicato- il silenzio a questo tentativo di ribaltare la realtà ed allontanare le proprie responsabilità”.

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Fri, 29 Nov 2019 21:10:04 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8329-grazioli-un-tentativo-di-ribaltare-la-realta-ed-allontanare-le-proprie-responsabilitaq.html
Trevi Nel Lazio, Grande partecipazione per la giornata di microchippatura http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8328-grazioli-qunimportante-misura-che-attuiamo-per-fronteggiare-il-randagismoq.html altTREVI NEL LAZIO - Grande partecipazione per la giornata di microchippatura gratuita, svoltasi sabato nel Comune di Trevi Nel Lazio, organizzata dall’Accademia Kronos sezione provinciale di Frosinone, nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione su tutta la provincia di Frosinone, una giornata speciale all’insegna dell’amore per gli animali, nata per sensibilizzare la cittadinanza all'applicazione dello strumento per il riconoscimento dei cani e per combattere il randagismo. “Siamo soddisfatti della buona riuscita dell’iniziativa – ha detto il comandante Armando Bruni- sono stati 40 i cagnolini microchippati. Si tratta di un’operazione completamente indolore che può essere praticata al cane di qualsiasi età e che viene fatta da un esperto veterinario grazie alla collaborazione dell’Asl di Frosinone. Il microchip viene inserito sottopelle e permette di riconoscere l’animale e ricondurlo alla sua famiglia nel caso in cui venga smarrito e serve anche alla famiglia per dimostrarne la proprietà in caso di ritrovamento. L’amministrazione comunale di Trevi Nel Lazio è fortemente impegnata in queste campagne di sensibilizzazione e in tutte le attività che permettono una migliore relazione uomo animale. Ci tengo a ringraziare a nome dell’Accademia Kronos il Sindaco Silvio Grazioli, che ancora una volta ha dimostrato grande interesse e partecipazione per questa campagna, ad attestare l’importanza della sinergia tra la nostra associazione e gli Enti Locali”. “La partecipazione della popolazione a questa iniziativa in sinergia con l’Accademia Kronos –ha sottolinetato il Sindaco Silvio Grazioli- è molto sentita, il nostro Ente continua a fronteggiare la piaga del randagismo sul territorio con diverse iniziative tra cui appunto la microchippatura, ed a breve mettere in campo nuove progetti per contrastare sempre più fortemente questa problematica. Plauso all’Accademia Kronos, per portare avanti questa ed altre campagne a tutela del territorio”. Durante la giornata, a cui ha partecipato anche il consigliere comunale Luciano Paris, i volontari dell’Accademia Kronos hanno illustrato anche alla cittadinanza le giuste modalità di detenzione di cani, gatti, ect.

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Sun, 24 Nov 2019 09:37:08 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8328-grazioli-qunimportante-misura-che-attuiamo-per-fronteggiare-il-randagismoq.html
Piglio, Un interessante convegno per dire no alla violenza sulle donne http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8327-felli-siamo-riusciti-a-coinvolgere-sensibilizzando-con-tante-iniziative-la-comunita.html alt PIGLIO - Si conclude lunedì prossimo (25 novembre Giornata internazionale contro la violenza sulle donne)) con il Convegno "Panchina Rossa: manteniamo viva la presenza" (nella foto in basso il programma), il progetto avviato ad inizio mese dall’Amministrazione Comunale di Piglio, che ha coinvolto con incontri informativi gli alunni della scuola secondaria di primo grado ed i ragazzi del centro diurno e che ha avuto anche un risvolto pratico con il corso di autodifesa personale dedicato alle donne. “Questo percorso di sensibilizzazione e di informazione    ha commentato il Sindaco Mario Felli (nella foto in alto)- è stato molto seguito e partecipato e lunedì si concluderà presso la sala consiliare del Comune di Piglio con un interessante convegno “Panchina Rossa manteniamo viva la presenza” con la partecipazione di esperti del settore e con la partecipazione di rappresentanti della Questura di Frosinone. Nel pomeriggio di lunedì sanciremo con grande significato la chiusura di questo progetto con il posizionamento della panchina rossa. La panchina rossa invita , chi dovesse passarvi accanto, a fermarsi , a riflettere a non dimenticare, a mantenere alta l’allerta ed è idealmente occupata da una presenza invisibile: quella delle tante donne che hanno perso la vita , vittime di violenza. Quest’Amministrazione –continua Felli- ha voluto con questo progetto  promuovere tra i giovani la cultura del rispetto, sensibilizzando tutta la popolazione per contrastare il triste ma attuale fenomeno dei femminicidi, lanciando un messaggio forte di contrasto alla violenza sulle donne; pertanto sin da subito abbiamo lavorato con entusiasmo  a quest’iniziativa coinvolgendo la scuola. Fondamentali per l’organizzazione dei vari appuntamenti il consigliere Matteo Celletti ed il consigliere dott.ssa Maria Grazia Borgia, che in prima persona si sono impegnati, ottenendo un grande successo per il progetto”. Tra l’altro il convegno di lunedì prossimo, ha il patrocinio dell’Ordine degli Avvocati di Frosinone, e per gli avvocati che vi parteciperanno , comporterà l’attribuzione di tre crediti formativi.

alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 21 Nov 2019 12:43:46 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8327-felli-siamo-riusciti-a-coinvolgere-sensibilizzando-con-tante-iniziative-la-comunita.html
Trevi Nel Lazio, Chiusa la fase diocesana della causa di beatificazione di Chiara Lubich http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8326-i-il-sindaco-silvio-grazioli-plaude-al-lavoro-svolto-dal-delegato-episcopale-mons-angelo-amati.html alt  TREVI NEL LAZIO - Nel pomeriggio di ieri (domenica 10 novembre) a Frascati, nella cattedrale di San Pietro Apostolo, si è svolta la cerimonia di chiusura della fase diocesana della causa di beatificazione e canonizzazione della Serva di Dio Chiara Lubich, fondatrice del Movimento dei Focolari. Una giornata importante, per il Movimento dei Focolari e per la Chiesa universale, dopo quasi cinque anni (la causa di beatificazione di Chiara Lubich era stata aperta ufficialmente il 27 gennaio 2015) di raccolta di documenti e testimonianze, l’iter “processuale” proseguirà in Vaticano. Sarà la Congregazione delle cause dei santi a indagare sull’eroismo delle virtù della fondatrice del Movimento dei Focolari, e nel caso venga accertato un miracolo per sua intercessione, a chiedere al Papa di proclamarla beata. Una cerimonia molto sentita e presenziata da un folto pubblico, presente l’attuale presidente del movimento dei Focolari Maria Voce, e diverse autorità monsignor Raffaello Martinelli, vescovo di Frascati, la diocesi in cui si è svolta la prima fase del processo, perché appunto è a Rocca di Papa che Chiara Lubich è morta il 14 marzo 2008; presente anche S.E. il Cardinale Tarcisio Bertone, varie autorità istituzionali, tra cui i Sindaci di Frascati, Rocca di Papa, Castel Gandolfo ed il Sindaco di Trevi Nel Lazio Silvio Grazioli (nelle foto in basso). Al tavolo dei lavori anche Mons. Angelo Amati (di Trevi Nel Lazio), delegato episcopale, che ha condotto questa fase dell’inchiesta diocesana. “E’ un momento importante    -ha sottolineato il Sindaco di Trevi Nel Lazio Silvio Grazioli- un plauso per il lavoro svolto in questi anni di raccolta di documentazione e testimonianze al delegato episcopale Mons. Angelo Amati”. Un comunicato stampa ufficiale ricorda inoltre che il prossimo 18 novembre alle ore 12 presso la Sala Stampa Estera - Via dell’Umiltà, 83 – Roma si terrà la conferenza stampa di inaugurazione del Centenario di Chiara Lubich (1920-2020) e di presentazione della mostra “Chiara Lubich città mondo” che sarà inaugurata a Trento (città natale) il prossimo 7 dicembre.

alt  alt 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 11 Nov 2019 16:44:28 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8326-i-il-sindaco-silvio-grazioli-plaude-al-lavoro-svolto-dal-delegato-episcopale-mons-angelo-amati.html
Piglio, Il Cesanese del Piglio ad Excellence 2019, grande partecipazione http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8325-felli-il-nostro-vino-cesanese-simbolo-di-eccellenza-.html alt PIGLIO - Si conclude oggi presso il Roma Convention Center la Nuvola la tre giorni (dal 9 all’11 novembre) di “Excellence 2019” una manifestazione dal gusto internazionale che ha visto il coinvolgimento in un grande spettacolo per tre giorni di 100 grandi Chef, 100 Aziende in mostra, 30 tra Talk Show e presentazioni, eventi in 3 teatri, 3 aree Cooking Show, degustazioni guidate di vino e olio evo. Quella di quest’anno è la settima edizione di Excellence 2019, organizzato dai fratelli editori Pietro e Claudio Ciccotti ed appunto dedicato all’universo enogastronomico, un anteprima per la nuova edizione della guida enogastronomica di “Repubblica”. La presenza di pubblico in questo fine settimana è stata numerosa (foto in basso), ed i momenti di approfondimento e conoscenza dei vari prodotti, sono stati ben organizzati. Nell’area Excellence cluod importanti le etichetti di vino presenti, tra questi non poteva di certo mancare l’unico vino rosso DOCG del Lazio: “il Cesanese del Piglio”; degnamente rappresentato da tre importanti aziende: “Casale Verde Luna”, “Cantina Sociale del Cesanese di Piglio” e “Avventura”. Il Sindaco di Piglio Mario Felli è stato presente all’evento facendo visita alle tre aziende di Piglio (foto in basso), restando molto soddisfatto dell’intero contesto. “In un grande evento che mostra le eccellenze enogastronomiche, non poteva di certo mancare l’eccellenza di un vino unico, simbolo di un territorio come appunto lo è il Cesanese del Piglio –ha commentato il Sindaco Mario Felli- A quest’evento sono presenti tre aziende importanti del territorio, che con professionalità e capacità accolgono il pubblico con una degustazione curata. Il turismo enogastronomico è in continua crescita, e si va sempre di più alla ricerca di nuovi luoghi dove conoscere produzioni di qualità. Per questo partecipare a manifestazioni importanti come Excellence, è un mezzo per far conoscere prodotti e luoghi di qualità stuzzicando l’interesse dell’appassionato che magari il prossimo week end sarà proprio a Piglio degustando dell’ottimo vino Cesanese, ed apprezzando le bellezze del paese”.

alt    alt alt

alt


]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 11 Nov 2019 09:12:23 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8325-felli-il-nostro-vino-cesanese-simbolo-di-eccellenza-.html
Fiumicino, Conferenza di presentazione di un corso dell'Accademia Kronos http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8324-bruni-qstiamo-diventando-sempre-di-piu-un-punto-di-riferimento-per-la-salvaguardia-del-territorioq.html alt  FIUMICINO - Sempre più apprezzata l’attività svolta su tutto il territorio regionale dell’Accademia Kronos, sia in termini di azione concreta, ma anche in termini formativi, con corsi tenuti da figure professionali del mondo universitario, dell’Asl, della Polizia Locale e dei Carabinieri Forestali. Nei giorni scorsi a Maccarese (frazione del Comune di Fiumicino) presso la sala dell’Assessorato all’Ambiente, si svolta una conferenza di presentazione del nuovo corso di formazione per guardie zoofile ambientali , che partirà a breve a Fiumicino. Al tavolo dei lavori erano presenti il delegato alla tutela del territorio Bello Giovanni si è tenuta alla presenza dei rappresentanti dell'accademia Kronos in qualità di responsabili didattici, del Colonnello Minniti del comando generale dei Carabinieri, Armando Bruni Comandante provinciale Frosinone e Centro Italia, inoltre il consigliere Bonanni, l’assessore alle attività produttive del comune di Fiumicino Calciolari, ed il delegato alla sicurezza del comune di Fiumicino Parente. "L'iniziativa nasce con lo scopo di poter creare un nucleo speciale di guardie zoofile molto importanti per tutelare al meglio il vasto territorio del comune -ha dichiarato Luca Negri, uno degli organizzatori dell'evento- in collaborazione con la Polizia locale guidato dalla dott.ssa Daniela Carola”. “Essere qui a presentare il contenuto e le finalità di un corso per formare nuovi volontari di guardie ambientali zoofile –ha commentato il comandante Armando Bruni (nella foto in basso durante un'attività)- è un’ulteriore conferma dell’ottimo lavoro e della positiva ed apprezzata immagine che l’Accademia Kronos sta ottenendo in tutto il Lazio. Fiumicino è un Comune molto grande, che necessità pertanto di maggior attenzione e controllo su tutto il territorio per la tutela dell’ambiente e degli animali; come sempre la sinergia con le forze dell’ordine, con la Polizia Locale e l’ausilio anche dei cittadini, è alla base dell’attività dei nostri agenti volontari. Invitiamo quanti più cittadini volonterosi che hanno a cuore la salvaguardia di Fiumicino, ad aderire a questo corso, che sono certo alimentare il senso civico e l’amore per il proprio territorio”.

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Sat, 09 Nov 2019 21:22:39 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8324-bruni-qstiamo-diventando-sempre-di-piu-un-punto-di-riferimento-per-la-salvaguardia-del-territorioq.html
Piglio, tante iniziative per il 25 novembre contro la violenza sulle donne http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8323-felli-qil-rispetto-della-donna-e-un-valore-che-deve-essere-sempre-in-primo-pianoq.html alt PIGLIO - Il prossimo 25 novembre ricorre, la giornata internazionale dedicata all’eliminazione della violenza alle donne, per l’evento il Comune di Piglio propone una serie d’iniziative al fine di sensibilizzare tutta la cittadinanza in particolare gli studenti dell’istituto scolastico per combattere la piaga delle violenze sulle donne. “L’obiettivo  – afferma il Sindaco di Piglio Mario Felli (nella foto in alto)- è quello di promuovere la cultura del rispetto e dei diritti delle donne contro ogni forma di discriminazione e di sensibilizzare su una tematica divenuta inquietante”. "No to violence against women - La pachina rossa di Piglio" è il titolo del progetto che si sviluppa nelle seguenti iniziative: incontri con gli alunni della scuola media di Piglio di presentazione dell'argomento "Differenze di genere e violenza sulle donne" tenuti dalla dott.ssa Cristina Brevetti, sociologa; concorso "Una frase per la Panchina Rossa di Piglio", rivolto agli studenti della scuola media di Piglio per produrre una frase da scrivere su una targa che verrà apposta sulla panchina rossa; corso di autodifesa gratuito rivolto alle donne di Piglio; posizionamento della panchina rossa e premiazione della classe vincitrice del concorso. “Quest’iniziativa che ho voluto fortemente, -continua il Sindaco Felli- organizzata in sinergia con i consiglieri Maria Grazia Borgia con delega alle pari opportunità e Matteo Celletti con delega allo Sport rappresenta un segno tangibile del nostro "NO" a questo tipo di violenza. Vogliamo richiamare l’attenzione della nostra comunità su quanto il rispetto della donna è un valore che deve essere sempre in primo piano e allo stesso tempo ribadire la ferma condanna a tutti coloro che intraprendono atti di violenza su di essa. Il rispetto nei rapporti tra uomo e donna è un valore essenziale di una comunità civile”.  

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 06 Nov 2019 08:21:09 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8323-felli-qil-rispetto-della-donna-e-un-valore-che-deve-essere-sempre-in-primo-pianoq.html