News de ilgiornalino.net http://www.ilgiornalino.net/ Tue, 20 Aug 2019 01:34:53 GMT FeedCreator 1.8.0-dev (info@mypapit.net) Piglio, Plauso all'attività del consigliere Cristian Scarfagna http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8294-procede-il-lavoro-di-pulitura-del-verde-e-della-viabilita-comunale.html alt   PIGLIO - Continua ormai da quasi un mese il programma di rimozione delle erbe infestanti tra le fessure del selciato, ai lati delle strade dei centri abitati e dei borghi del territorio comunale, annunciato e messo in atto dal consigliere comunale con delega all’ambiente e decoro urbano Cristian Scarfagna (nella foto in basso), con il plauso crescente dei cittadini residenti e villeggianti che mai come in quest’ultimo periodo hanno visto il paese così pulito e curato. “Sto mantenendo un impegno preso con i cittadini, quello di ripulire questo paese e renderlo più luminoso e piacevole, alimentando allo stesso tempo il senso civico nella cittadinanza –afferma il consigliere Scarfagna- . Finora sono stati portati a termine svariati interventi nella pulizia in varie aree del territorio comunale, partendo dal centro storico, considerando l’importanza degli eventi e la presenza dei flussi turistici, essendo un biglietto da visita importante c’è stata grande accuratezza ed attenzione alla pulitura del verde e alla rimozione della vegetazione infestante, ridando una nuova luce ed un effetto di luminosità dimenticato da anni. Stiamo continuando in altre aree del territorio, anche periferiche perché per me Piglio non si limita solamente all’area del centro del paese ma tutto il territorio. Così si stanno rimuovendo piante, che a seguito delle ultime piogge di maggio sono cresciute spropositamente riversandosi sulla strada incidendo negativamente sulla viabilità. Io penso che sia particolarmente importante quest’attività –continua il consigliere Cristian Scarfagna- perché mostra ai cittadini che dobbiamo amare questo paese e curarlo, mantenerlo pulito , perché possa essere maggiormente apprezzato e vissuto, ed erano anni che Piglio non era così bello e di questo ne sono orgoglioso”. L’azione del consigliere Scarfagna (come si vede nelle foto) , non si fermerà alla pulizia delle varie aree, ma riguarderà anche beni comunali come i fontanili che finora non avuto la giusta attenzione.

alt

alt

alt

alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 19 Aug 2019 16:41:19 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8294-procede-il-lavoro-di-pulitura-del-verde-e-della-viabilita-comunale.html
Trevi Nel Lazio , Grande affluenza di villeggianti lungo le sponde dell'Aniene http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8293-bruni-importante-azione-di-vigilanza-e-tutela-in-sinergia-con-lente-parco-dei-simbruini-.html alt TREVI NEL LAZIO - Il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini l’area verde più grande del Lazio, è stata presa d’assalto in questa giornata di ferragosto dai turisti e residenti, nel particolare lungo il corso del Fiume Aniene, per questo motivo è stato anche oggetto di controlli da parte non solo dei guardia parco dell’Ente Regionale ma anche dalla presenza delle guardie zoofile dell’Accademia Kronos coordinate dal comandante provinciale Armando Bruni (nella foto in basso con i guardia parco) in sinergia appunto con l’Ente Parco. Una vigilanza che ha dato maggiore sicurezza sul territorio riducendo quasi a zero gli episodi d’inciviltà ed è stata ben apprezzata dai villeggianti che in tranquillità hanno potuto godere piacevolmente di questa bella giornata lungo le sponde del fiume Aniene. “Sono sempre dell’idea che unire le forze per uno stesso obiettivo cioè tutelare il nostro territorio, porta esclusivamente ad un grande successo –commenta il comandante Armando Bruni-. La sinergia siglata con le guardie parco dell’area dei Simbruni, ha reso maggiormente incisiva la nostra azione di tutela e salvaguardia. Nella giornata di ferragosto diverse sono state le sanzioni amministrative fatte, per il mancato rispetto del regolamento del Parco e di Polizia locale deliberato dai sette comuni che rientrano all'interno dell’area, ed anche richiami verbali per comportamenti superficiali che si possono evitare con il buon senso. Il nostro compito è quello di tutelare e vigilare il nostro territorio proteggendo l’ambiente naturale che ci circonda, ed importante anche educare le persone affinchè riflettano su quanto sia importante preservare e difendere il nostro ambiente”.

alt


 


]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 15 Aug 2019 16:52:50 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8293-bruni-importante-azione-di-vigilanza-e-tutela-in-sinergia-con-lente-parco-dei-simbruini-.html
Trevi Nel Lazio, La Maggioranza del Sindaco Grazioli vanifica le dichiarazioni del consigliere di minoranza Bianchini http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8292-dalla-maggioranza-chiacchiere-sterili-e-messe-ad-arte-dal-consigliere-bianchini.html alt TREVI NEL LAZIO - Oltre ad un ricco calendario di eventi estivi, le calde giornate di Trevi Nel Lazio vengono movimentate dal dibattito politico-amministrativo subito dopo l’ultima seduta consiliare per l’approvazione del riequilibrio di Bilancio. Così dalla sede comunale l’amministrazione comunale guidata dal Sindaco Silvio Grazioli, ha emanato nei giorni scorsi un comunicato stampa molto chiaro ed esaustivo rispondendo, all’esternazioni incoerenti illustrate in un video dal consigliere di minoranza Pietro Bianchini, cogliendo l’occasione per rimarcare l’inattaccabile operato svolto in quasi 5 anni di gestione della cosa pubblica. “Alcuni giorni fa –si legge nel comunicato- il consigliere comunale di opposizione Bianchini ha rilasciato, in una diretta sui social, un’intervista nella quale si è abbandonato ad una serie di considerazioni personali fuori luogo, fuori tempo e soprattutto manipolate ad arte per creare un clima di paura nella speranza di lucrare qualche consenso elettorale. In primo luogo ha affermato che il disavanzo di bilancio sarebbe frutto delle politiche dell’attuale amministrazione, dicendo una cosa non vera e sapendo di dirla, infatti il disavanzo si compone nelle poste maggiori dall’anticipo di liquidità per circa 300.000 euro è stato contratto nel 2013 e da circa un milione e centomila euro per accantonamenti per residui dubbia esigibilità, sarebbero in gran parte tasse locali IMU, TASI, TARI ecc non pagate negli ultimi vent’anni; ma come era lo stesso consigliere che tre anni fa in consiglio comunale rilevava quello che aveva scritto la Corte dei Conti sui bilanci 2011, 2012 e 2013, deducendone che nel riaccertamento straordinario dei residui fatto dalla precedente amministrazione nell’aprile del 2015 non erano stati tolti i residui di dubbia esigibilità, e che quindi il risultato di amministrazione di fatto aveva un disavanzo? Come mai a distanza di tre anni ha cambiato opinione? Forse, come il sindaco Grazioli gli ha detto nell’ultimo consiglio comunale perché nel frattempo ha cambiato alleanze stringendo un patto con l’ex assessore Cecconi? Nella vita chi fa il salto della quaglia non viene molto apprezzato dai cittadini. Per carità, ognuno fa la sua politica, tanto i cittadini sanno ben distinguere chi opera nell’interesse del paese e chi invece crea allarmismi, ed infatti sempre il consigliere Bianchini evoca lo spettro del dissesto, vorremmo soltanto ricordargli che il dissesto il comune di Trevi lo ha dichiarato esattamente venti ani fa l’allora amministrazione Barbona, adducendo le responsabilità del precedente assessore al bilancio che, sorpresa, era proprio il consigliere Bianchini! Caro consigliere sei il meno abilitato a dispensare consigli ed a fare l’oracolo. Noi invece abbiamo individuato la strada per il ripianamento del disavanzo insieme alla Corte dei Conti, vale a dire prendendo il rimborso che l’ACEA deve al comune per 1.326.000,00 euro ed estinguendo il mutuo contratto con la Cassa depositi e Prestiti nel 2008 per fare la rete fognaria di Trevi e la pavimentazione del centro storico, per questo mutuo paghiamo ogni anno 110700,00 fino al 2039, mentre estinguendolo, dal 2020 non daremo più questi soldi alla Cassa ed il risparmio andrà a coprire il disavanzo. Questa è la posizione chiara e trasparente che va incontro agli interessi di tutta la comunità, guardando non soltanto all’immediato, ma anche al futuro della nostro paese, e lo dimostra il fatto che noi le tasse le abbiamo abbassate, seppur di poco , ma le abbiamo abbassate. A dare manforte al consigliere di opposizione ci pensa l’ex assessore Cecconi, il quale pontificando sui social afferma, falsamente, che noi ci stiamo svendendo l’acqua alla Acea. L’amministrazione di Trevi ha approvato in consiglio una delibera la n. 45 del 2018 con la quale ribadisce che non intende cedere il servizio idrico alla Acea, l’unico che è uscito dal consiglio e non l’ha voluta votare è proprio il consigliere Bianchini , che per questo dovrebbe rendere conto ai cittadini. La convenzione ed il rimborso del 1.326.000,00 euro –continua la nota- riguardano soltanto le fogne di Trevi, quelle delle Altipiani sono del Corecalt che entro il 30 novembre le cederà ad ACEA, mentre il depuratore sono tanti anni che già lo gestisce l’ACEA. La stessa ACEA ha chiesto l’intervento della Prefettura per nominare il commissario ad acta per il passaggio del servizio idrico dei comuni della provincia di Roma che ancora non l’hanno ceduto, La Prefettura di Frosinone aveva nominato i commissari per tutti i comuni di ACEA ato 5 che non avevano aderito già 6 anni fa, Trevi e Filettino sono in Acea ato 2, noi siamo stati diffidati e ci siamo opposti con la delibera richiamata, e continueremo ad opporci in tutte le sedi anche al TAR, speriamo che anche il consigliere di opposizione ci ripensi e sostenga l’amministrazione in questa battaglia. Nel frattempo prima dell’adempimento della Convenzione e del rimborso del mutuo l’Acea non potrà iniziare alcuna azione coattiva né chiedere l’intervento della Prefettura. Mentre proprio in relazione al mutuo Acea noi vorremmo fare alcune domande all’ex assessore Cecconi, come mai avete utilizzato parte dei soldi del mutuo ACEA per pagare i lavori della ditta Alice per i lavori fati sui marciapiedi di Viale Cesare Battisti (si allega il mandato di pagamento); come mai per questi lavori non avete preso alcun impegno di spesa, ma avete fatto soltanto delle liquidazioni richiamando future devoluzioni di mutui ( determina 675 del 17.10.2014 allegata alla presente)? Questo lavoro sui marciapiedi rappresenta un obbrobrio che grida vendetta agli occhi della comunità, forse per fare l’ingresso ad alcuni garage, magari per qualche nonno il cui nipote si erge a novello paladino dei diritti del fiume, e stranamente non perde occasione per essere presente ad ogni evento che crea problemi come l’abbandono di cuccioli, l’abbandono di rifiuti e quant’altro, dispensando parole di veleno tra la piazza a Colledruni. Sappia che condividiamo il giudizio che di lui ha dato qualche anno fa un noto professionista di Trevi. Quando parla degli altri non ragioni a naso, con intuito si direbbe, ma utilizzi la forza della ragione. Forse spera in una nuova amministrazione che ridia la responsabilità di servizio a qualche dipendente per consentire a quest’ultimo di guadagnare migliaia di euro in più? Lo sappia questo è un giudizio che non spetta a lui, ma soltanto ai cittadini elettori. Ci dica quindi l’ex assessore perché sono stati utilizzati i soldi del mutuo senza impegno e senza autorizzazione della Cassa Depositi e Prestiti alla ditta Alice per i marciapiedi a viale Cesare Battisti, e già che ci siamo ci dica perché alla stessa ditta Alice che ha fatto i lavori ai giardini, non avevano assunto l’impegno di spesa di 91 mila euro, di cui una parte, 22 mila euro con relativi interessi e spese, ha dovuto pagare l’attuale amministrazione? Siamo al solito giochino o non si fa l’impegno o si fa la liquidazione, così che non vengono calcolati nel disavanzo, tanto poi paga l’attuale amministrazione. Caro ex assessore Cecconi –conclude il comunicato- noi quando siamo entrati abbiamo dovuto pagare circa 2.200.000.00 euro di lavori tra PSR, mutui e Finanziamenti, già ve lo abbiamo scritto, anche un elefante sarebbe crollato, noi ancora stiamo qui e chiediamo e pretendiamo che tu ci risponda ad ogni determina che citeremo, una alla volta per meglio far capire ai cittadini, se invece parlerai d’altro, te lo chiederemo di nuovo e con nuovi documenti”.

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 14 Aug 2019 16:34:39 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8292-dalla-maggioranza-chiacchiere-sterili-e-messe-ad-arte-dal-consigliere-bianchini.html
Piglio, Grande partecipazione per la Festa dell'Anziano http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8291--falamecsa-un-riconoscimento-ai-soci-piu-anziani-.html alt PIGLIO - La Giornata dell’Anziano, che si è svolta lo scorso martedì a Piglio, curata dal centro sociale anziani presieduto dall’iper attivo Presidente Fabio Falamesca , ha rappresentato un evento all’insegna della gioia e dell’amicizia, un momento di ritrovo e condivisione al quale, nel corso dell’anno, fanno seguito tanti altri: soggiorni climatici, laboratori creativi, incontri culturali e iniziative di solidarietà. Per l’occasione c’è stato all’interno della sala consiliare un appuntamento significativo voluto dal Presidente Falamesca, con il conferimento di una targa ricordo ai quattro ultranovantenni soci del centro sociale anziani, alla presenza del Sindaco Felli ed altri membri dell’amministrazione. Hanno ricevuto il riconoscimento: Pietro Biasotti, Domenico Passa, Vincenzo Alessandri e Mario Lolli (nella foto in basso in prima fila con gli amministratori comunali). “A Piglio –ha sottolineato il Presidente Fabio Falamesca- si è voluto dar vita ad una giornata unica con La Festa dell’Anziano, dove gli anziani non sono semplici spettatori, riconoscenti e compiaciuti, bensì sono stati gli attori, i protagonisti, gli organizzatori dell’evento. In altre parole – continua Falamesca – sono loro a fare una festa per tutta la comunità pigliese con uno spirito sempre giovane e fiero contrastando gli inevitabili malesseri fisici e i dolori dell’animo. E’ un’energia contagiosa ed io ne resto così contaminato tanto da sentire costantemente il bisogno di dar vita insieme a loro tante belle esperienze. Un grande ringraziamento – ha concluso Fabio Falamesca- a tutti coloro che hanno partecipato apprezzando l'organizzazione, e la partecipazione dell’Amministrazione Comunale, la giornata è stata visSuta con diversi momenti di svago ed una serata di buona musica”.

alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Tue, 13 Aug 2019 17:10:26 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8291--falamecsa-un-riconoscimento-ai-soci-piu-anziani-.html
Trevi Nel Lazio , La Soprintendenza da l'ok per realizzare un ponte momentaneo in località Comunacque http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8290-un-grande-risultato-ottenuto-dal-sindaco-silvio-grazioli-.html alt TREVI NEL LAZIO - Grazie alla determinazione dell’attività amministrativa posta in essere dal Sindaco del Comune di Trevi Nel Lazio l’avv. Silvio Grazioli (nella foto), si ottenuto nei giorni scorsi un importante successo, per il territorio. Nel particolare si tratta del consenso espresso dalla “Soprintendenza Archeologica delle Belle Arti e Paesaggio”, alle richieste poste dal Sindaco Grazioli al fine di ripristinare un collegamento, realizzando un ponte “momentaneo” in località Comunacque, con i percorsi naturalistici del Parco dei Monti Simbruini e con il cammino di San Benedetto. A causa di eventi atmosferici il ponte crollo (nella foto in basso), impedendo dunque l’attraversamento dell’area percorsa dal fiume Simbrivio. In un primo incontro alla presenza di altri Enti istituzionali, la Soprintendenza si oppose alla realizzazione di una struttura di attraversamento momentanea in attesa di realizzarlo con le fattezze originarie, in seguito apprezzando l’esaustiva, articolata e ben illustrata posizione da parte del Comune di Trevi Nel Lazio presentata dal Sindaco Grazioli, la Soprintendenza ha rilasciato parere favorevole ponendo due condizioni: che il ponte sia per un tempo momentaneo per poi essere realizzato in muratura e che l’opera venga realizzata senza turbare in alcun modo l’ambiente circostante. “Siamo ampliamente soddisfatti di questo esito –ha commentato il Sindaco Silvio Grazioli- la risposta positiva della Soprintendenza permetterà di accedere con un ponte momentaneo, a questa splendida area che rappresenta una ricchezza naturale per il nostro territorio, immersa nel Parco dei Monti Simbruini è meta di tanti visitatori che a breve possono giungervi in sicurezza , per godere di questo splendido scorcio naturale. o per proseguire per altri siti naturalistici, o ancora per continuare il Cammino di San Benedetto. Dopo il nullaosta della sovrintendenza per il ponte –conclude il Sindaco Grazioli- , adesso deve arrivare il parere favorevole della provincia di Roma che aveva chiesto un'indagine sulle sponde del Simbrivio”.

alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Sat, 10 Aug 2019 20:36:50 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8290-un-grande-risultato-ottenuto-dal-sindaco-silvio-grazioli-.html
Piglio, Inaugurata la Personale del noto artista internazionale Piero Ricci http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8289-piero-ricci-omaggia-piglio.html alt PIGLIO - Nell’ambito delle manifestazioni dell’estate pigliese, è stata inaugurata presso la sala consiliare del Comune di Piglio una mostra personale di pittura dell’artista Piero Ricci, uno degli eventi più importanti del programma estivo , che il noto artista di Piglio ha voluto proprio dedicare al suo paese con il titolo “…Omaggio a Piglio….”. Le opere di Piero Ricci originali nello stile, a tratti di indubbio spessore poetico, sono apprezzate dai maggiori critici d'Arte e dai grandi collezionisti. Piero Ricci, è un pittore, scultore e poeta, un'Artista orgogliosamente ciociaro, che da anni dà lustro a questa terra, è un'Artista geniale, protagonista dell'Arte Contemporanea, conosciuto e premiato a: Dubai, Berlino, Dublino, Montecarlo, Cannes, New York, Parigi, Atene, Corfù, Parga, San Pietroburgo, Barcellona, Copenaghen, Milano, Roma, Firenze, ecc. , avere un mostra delle sue opere a Piglio è davvero un evento unico e di grande spessore culturale. Un artista, che conferma una volta di più come l’arte non sia lo sterile risultato di un’abilità manuale, ma l’espressione di un percorso che coinvolge il sentire di ciascuno, pittore o protagonista, e, soprattutto, il contesto di luogo e tempo in cui l’opera si immerge. Piero Ricci, che vive e respira l’aria di un centro storico incontaminato dominato dalla Chiesa di Santa Maria Assunta e fortemente ancorato a tradizioni di vita semplici e naturali, riesce in questa sua mostra a raccontare i luoghi più suggestivi e significativi di Piglio, coinvolgendo come è nel suo stile unico il visitatore. Verrebbe da dire che le opere di Ricci siano un verace, suadente spaccato di vita locale, che ha il pregio di portare con sé non soltanto il semplice dato statistico di luoghi e persone che popolano i ricordi, ma anche e soprattutto gli umori di un sentire che alle nuove generazioni appare nostalgico. “Artista originale e eclettico suscita -a detta di alcuni critici- molto interesse sia in Italia che all'estero, dove sovente espone presso luoghi importanti e magnifici. La sua arte mette a dura prova i critici e gli intenditori, in quanto continuamente li spiazza con opere diverse e lontane tra loro, ma sempre originali e raffinate. Sono molti i critici e i giornali che scrivono di lui, un nobile figlio della Ciociaria che fa sentire un'intera popolazione orgogliosa e fiera, come verso tutti i grandi personaggi ciociari del passato”. La mostra sarà visitabile presso la sala consiliare del Comune di Piglio fino al prossimo 16 agosto.

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 08 Aug 2019 20:04:48 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8289-piero-ricci-omaggia-piglio.html
Trevi nel Lazio, Un bilancio chiaro grazie ad un'Amministrazione trasparente ed efficiente http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8288-appuntamento-per-lapprovazione-del-riequilibrio-di-bilancio.html alt TREVI NEL LAZIO - Come ogni anno, la legge impone di convocare nel mese di Luglio il Consiglio comunale per l’approvazione del riequilibrio di Bilancio. Quest’anno il Consiglio comunale di Trevi oltre al riequilibrio del Bilancio di competenza approverà anche la richiesta di riequilibrio ai sensi dell’art. 243 bis TUEL che prevede la procedura di ripianamento pluriennale del disavanzo di Amministrazione. “Infatti è accaduto –si legge in una nota dell’Amministrazione Comunale guidata dall’avv. Silvio Grazioli- che l’Ufficio di Ragioneria nel rimborsare l’anticipo di tesoreria per gli anni 2017 e 2018 ha, per puro errore materiale, rimborsato non sulla competenza dell’anno 2017 ma nel 2018. Questo ovviamente ha alterato il risultato di amministrazione. Purtroppo nessuno si è accorto di questo errore fino a quando lo stesso Ufficio di Ragioneria ha dovuto comunicare i dati che ovviamente non venivano presi dal sistema informatico in quanto errati. Pertanto l’Amministrazione ha dovuto informare immediatamente la Corte dei Conti della situazione. La Corte, memore anche dei rilievi che aveva effettuato sui Bilanci della precedente Amministrazione, in particolare nel Bilancio del 2011, 2012 e 2013 con nota del 13/08/2015 e con il provvedimento del febbraio 2016 già oggetto di discussione in Consiglio Comunale, ha chiesto all’Amministrazione di verificare i Rendiconti degli esercizi degli anni 2015,2016,2017 e 2018. Ovviamente non avendo la precedente Amministrazione espunto i Residui di dubbia esigibilità in modo adeguato con il riaccertamento straordinario del marzo del 2015, che se fatto in modo adeguato avrebbe evitato tutti questi problemi in quanto quei Residui sarebbero stati spalmati in un arco temporale di trenta anni, esattamente come hanno fatto molti Comuni vicini. Invece si è scelta la via più semplice: lasciare a chi veniva dopo la patata bollente. Dalle verifiche effettuate emerge che il risultato di Amministrazione al 31/12/2018 è di € 21.377,84 a questo però vanno detratti come accantonamenti il Fondo crediti di dubbia esigibilità relativo ad IMU, TARI ed altre imposte comunali non riscosse in gran parte negli ultimi dieci anni pari ad € 1.090297,72 al mutuo di anticipazione liquidità D.L. 35 preso nel 2013 dalla precedente Amministrazione di € 304.210,04 ai Fondi vincolati in relazione a mutui pari ad € 375.213,02 con altri vincoli per poco meno di € 30.000,00 più i vincoli destinati agli investimenti pari ad € 38.619,32 questi accontamenti portano ad un disavanzo contabile pari ad € 1.817565,00. Fortunatamente il Comune non ha debiti sostanziali ad esclusione della società che smaltisce i rifiuti. La Corte dei Conti rilevava che nel bilancio del 2013 della precedente Amministrazione vi era una sofferenza di cassa e tale sofferenza, ovviamente, continua a permanere. Fortunatamente il Comune ha un credito nei confronti dell’Acea pari ad € 1.326.000,00 sulla base di una Convenzione stipulata nel 2008 dall’allora Amministrazione Grazioli, che dovrà incassare a fine anno. Tale incasso consentirà all’Amministrazione, come suggerito dalla Corte stessa, di estinguere il mutuo trentennale che il Comune ha con la Cassa Depositi e Prestiti fino al 2039, quindi estinguendo il mutuo non si pagherà più la rata annuale di € 110.700,00 che ogni anno il Comune versa alla Banca e questi € 110.700,00 di risparmio saranno destinati a ripianare il disavanzo di Amministrazione, consentendo altresì di mantenere invariate le tariffe comunali. Pertanto di fatto per i cittadini non cambierà nulla. Ci sarà tempo e modo nei prossimi mesi di affrontare l’argomento. Una cosa però vogliamo sottolineare fin da ora, l’attuale Amministrazione si è trovata a dover pagare somme di oltre € 300.000,00 che udite, udite erano già state liquidate dalla precedente Amministrazione, cioè la precedente Amministrazione sui lavori del Castello circa € 215.000,00 di Colle Mordani circa € 53.000,00 e della numerazione civica circa € 40.000,00 ha fatto non solo l’impegno ma anche la liquidazione, senza fare il mandato di pagamento, che invece è stato fatto dall’attuale Amministrazione. Questo ha consentito alla precedente Amministrazione il duplice obiettivo di falsare il risultato di Amministrazione in quanto una volta fatta la determina di liquidazione ha potuto togliere dai Residui l’impegno, e dall’altro tenere in cassa oltre € 300.000,00; tanto poi ha dovuto pagarli l’attuale Amministrazione che si è vista tolta conseguentemente dalla cassa € 300.000,00. Tra l’altro ci piacerebbe sapere quali debiti siano stati pagati con i € 326.000,00 nell’anticipazione di liquidità D.L. 35 nel 2013 che ora pesa tutta sugli accantonamenti. Questo è solo l’antipasto perché poi andremo a vedere cosa è successo con i PSR e con tutti i soldi che l’attuale amministrazione ha dovuto pagare appena insediata per oltre € 1.800.000,00 come già evidenziato in precedenti comunicati stampa. Questa Amministrazione –conclude la nota- attraverso questo Consiglio fa un atto di chiarezza, trasparenza e pulizia contabile che guarda all’esclusivo interesse della comunità e dei cittadini di Trevi, e continuerà ad amministrare perfezionando gli obiettivi conseguiti e quelli da conseguire”.

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 31 Jul 2019 15:44:33 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8288-appuntamento-per-lapprovazione-del-riequilibrio-di-bilancio.html
Piglio, Funzione sociale per l'Accademia Kronos, con il lavoro di pubblica utilità http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8286-bruni-cresce-il-prestigio-del-nostro-sodalizioq-.html alt  PIGLIO - Nei casi previsti dall’art.168 bis del codice penale, l'imputato può chiedere la sospensione del processo con messa alla prova. La messa alla prova comporta la prestazione di condotte volte all’eliminazione delle conseguenze dannose o pericolose derivanti dal reato, nonché, ove possibile, il risarcimento del danno dallo stesso cagionato. Comporta altresì l’affidamento dell’imputato al servizio sociale, per lo svolgimento di un programma che può implicare, tra l’altro, attività di volontariato di rilievo sociale, ovvero l’osservanza di prescrizioni relative ai rapporti con il servizio sociale o con una struttura sanitaria, alla dimora, alla libertà di movimento, al divieto di frequentare determinati locali. La concessione della messa alla prova è inoltre subordinata alla prestazione di lavoro di pubblica utilità. Il lavoro di pubblica utilità consiste in una prestazione non retribuita, affidata tenendo conto anche delle specifiche professionalità ed attitudini lavorative dell’imputato, di durata non inferiore a dieci giorni, anche non continuativi, in favore della collettività, da svolgere tra l’altro anche presso associazioni di volontariato. La prestazione è svolta per una durata giornaliera che non può superare le otto ore. Con tali presupposti è stata siglata lo scorso aprile un’importante convenzione tra il Ministero di Grazia e Giustizia nella figura del presidente del Tribunale di Frosinone dott. Paolo Sordi e la sezione provinciale dell’Accademia Kronos (sita a Piglio) rappresentata dal comandante Armando Bruni (nella foto in basso con il Presidente Nazionale dell'AK Floris). Nei giorni scorsi tre soggetti indicati dal Tribunale di Frosinone, hanno iniziato a svolgere attività inerenti i compiti di volontariato attuati dal sodalizio, nel particolare: prevenzione della sterilizzazione, censimento dei cani mantenuti da privati, giornate ecologiche, microchippatura ed altre attività in ambito tutela del territorio. “Siamo la prima associazione di volontariato nella provincia di Frosinone a svolgere un’attività di questo tipo rivolta al sociale per e questo è di grande interesse. Siamo orgogliosi –ha sottolineato il comandante Armando Bruni- che questa nuova sinergia siglata con il Ministero di Grazia e Giustizia, si sta concretizzando, evidenziando l’importante impegno dell’Accademia Kronos sul territorio, in questo caso anche in ambito sociale reindirizzando queste persone che hanno commesso particolari reati". La convenzione avrà durata di 5 anni, e sarà l’Ufficio di Esecuzioni Penale esterno a supervisionare l’attività in essere e redigere il programma di trattamento del soggetto.


altXX

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 29 Jul 2019 13:23:10 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8286-bruni-cresce-il-prestigio-del-nostro-sodalizioq-.html
Piglio, Vegetazione pericolosa per la sicurezza, l'intervento del consigliere http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8285-scarfagna-qun-lavoro-in-sinergia-per-migliorare-e-vivere-in-sicurezzaq.html alt PIGLIO - Il delegato all’ambiente del Comune di Piglio Cristian Scarfagna (nella foto in basso), ha effettuato in questi giorni importanti sopralluoghi sul territorio comunale evidenziando molte criticità con la presenza di numerose piante che si sono pericolosamente avvicinate ai conduttori delle linee elettriche in alta tensione e sulla strada. “Tutto ciò comporta un potenziale rischio sia per la continuità del servizio di erogazione della corrente elettrica che per la sicurezza di persone e cose –ha sottolineato il consigliere Scarfagna-. Numerose piante versano in condizioni di instabilità incombendo sui cavi della corrente. Queste situazioni di potenziale pericolo devono essere eliminate”. Pronta dunque un’azione mirata ed incisiva, per invitare i privati con l'ausilio della Polizia Locale, a provvedere in tale ambito, numerose situazione del genere sono state riscontrate in località Retafani agli Altipiani di Arcinazzo. “Gli adempimenti vogliono garantire in primo luogo la corretta funzionalità delle strade e la sicurezza dei fruitori delle stesse  –continua Scarfagna- È comunque importante che  per evidenti questioni di sicurezza , nessun privato proceda autonomamente a tagli di piante in prossimità degli elettrodotti che sono da considerarsi sempre in tensione. In caso di necessità si raccomanda di concordare sempre e comunque ogni intervento coinvolgendo lo stesso Ente di erogazione dell’energia elettrica, in caso contrario verranno applicate le dovute sanzioni amministrative. Sono azioni di tutela del decoro urbano che richiedono inoltre ai proprietari dei fondi di garantire, come del resto già prescritto dal Codice della Strada, ordinari lavori di manutenzione del verde oltre che dei muri e degli edifici di proprietà che insistono sulla pubblica strada. Tutti, Pubblica Amministrazione compresa impegnata nei servizi di manutenzione del verde pubblico, -conclude il consigliere Scarfagna- devono avere una particolare attenzione per chi vive quotidianamente Piglio e per coloro che scelgono il nostro paese per un soggiorno estivo”.

alt

 

 

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Sun, 28 Jul 2019 16:22:25 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8285-scarfagna-qun-lavoro-in-sinergia-per-migliorare-e-vivere-in-sicurezzaq.html
Piglio, Il Comune dichiara guerra ai piccioni http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8284-scarfagna-un-intervento-importante-per-limmagine-del-territorio.html alt PIGLIO - “Sul territorio del Comune di Piglio, in particolare nel suo centro storico, vi un eccessivo numero di piccioni che determina, disagi connessi sia all’accumulo di guano prodotto, sia all’aumento del rischio potenziale di contrarre zoonosi veicolate da volatili”. Ne è convinto il consigliere comunale con delega all’ambiente e decoro urbano Cristian Scarfagna (nella foto in basso) , che a pochi mesi dal suo insediamento sta attuando in modo incisivo il suo programma amministrativo. “La presenza di un alto numero di piccioni –afferma il consigliere Scarfagna- è da considerare pregiudizievole potenzialmente non solo delle condizioni igienico sanitarie ma anche del decoro pubblico”. Così nei giorni scorsi, su direttiva del consigliere Scarfagna, sono stati posizionati nel centro storico di Piglio, dei dissuasori sui punti di posa (cornicioni, terrazzi, pensiline, davanzali ecc), per cercare di allontanare la presenza dei volatili, consequenzialmente è stata disposta una intensificazione delle operazioni di pulizia nelle aree e nei siti più frequentati ed imbrattati dai volatili, nel particolare nel centro storico. Dimostrando di tenere particolarmente a cuore al bene pubblico, alla tutela ambientale del territorio, il consigliere Scarfagna ha intenzione di adottare altre misure cautelari finalizzate al contenimento della popolazione di piccioni. Pertanto si pensa ad un’ordinanza con la quale il Comune disporrà il divieto di fornire alimenti ai piccioni ed in generale a tutta la popolazione aviaria, con espresso divieto di gettare al suolo mangime, scarti ed avanzi alimentari. Inoltre l’atto ordinerà ai proprietari di edifici situati in ambito urbano ed a chiunque, vanti diritti su immobili esposti alla nidificazione ed allo stazionamento dei piccioni, di mantenere perfettamente pulite le aree private sottostanti i fabbricati e le strutture interessate dalla presenza di volatili, invitandoli a provvedere alla pulizia a propria cura e spese nonché di schermare con adeguate reti ogni apertura nei fabbricati ove nidifichino o possano nidificare i piccioni, ed ancora ove possibile, ad installare dissuasori sui punti di posa (cornicioni, terrazzi, pensiline, davanzali ecc). “E’ importante non fornire cibo alle colonie di piccioni evitando di nutrirli direttamente, sia sul suolo pubblico che su aree private - ha commentato il consigliere Scarfagna- quest’azione vuole portare dei risultati concreti, il nostro centro storico è il nostro biglietto da visita e Piglio merita attenzione e cura, e per questo è necessaria la collaborazione dei cittadini che devono segnalare qualsiasi situazione che si ritiene critica dal punto di vista igienico-sanitario”. Nell’ordinanza sarà inserita una sanzione a chi trasgredirà le indicazioni dell’ordinanza.

alt

 

 

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Tue, 23 Jul 2019 16:01:44 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8284-scarfagna-un-intervento-importante-per-limmagine-del-territorio.html