News de ilgiornalino.net http://www.ilgiornalino.net/ Sat, 06 Jun 2020 05:21:23 GMT FeedCreator 1.8.0-dev (info@mypapit.net) Trevi Nel Lazio, Approvati tutti i punti all'ordine del giorno http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8411-in-pochi-mesi-un-grande-risultato-oltre-le-aspettative-.html alt TREVI NEL LAZIO - Questa mattina si è svolta la seduta consiliare nel Comune di Trevi Nel Lazio, che prevedeva all’ordine del giorno i seguenti punti:  approvazione verbali seduta precedente;   approvazione rendiconto 2019;  variazione bilancio revisione 2020/2022;  approvazione regolamento comunale per la gestione rifiuti urbani;  presa atto nomina Organo di Revisione Economico -Finanziaria triennio 2020/22. Prima di affrontare i punti all’ordine del giorno, il Sindaco Silvio Grazioli (nella foto), ha voluto ricordare con un minuto di silenzio, l’illustre figura del notaio Vincenzo De Carolis,(di recente scomparso)  originario di Trevi Nel Lazio, persona molto amata, che ha sempre mantenuto un forte legame con il suo paese, contribuendo a diverse attività di volontariato sul territorio. Nella discussione dei vari punti, le cinque tematiche sono state approvate dalla maggioranza.  Per la minoranza era presente solamente il consigliere comunale Pietro Bianchini, che dopo essere intervenuto sul terzo punto esternando alcune irresolute considerazioni,  ribattute con chiarezza e determinazione dal Primo Cittadino, ha abbandonato l’aula non discutendo gli ultimi due punti all’ordine del giorno, perché a suo dire non era in possesso della documentazione legata al regolamento comunale per la gestione dei rifiuti urbani, un regolamento molto importante per l’avvio della raccolta differenziata sul territorio comunale. Il Sindaco Silvio Grazioli si è ritenuto molto soddisfatto della seduta consiliare, così come il resto della sua maggioranza, evidenziando la concretezza del buon governo della sua gestione, e ciò risulta evidente considerando che in pochi mesi  da novembre è stato ottenuto un grandissimo risultato dovuto al risparmio raggiunto, con un avanzo primario dell'anno corrente  2019 di € 354 mila che va ridurre il disavanzo contabile di € 258 mila passando  così da € 1 milione 834 mila a € 1 milione 576 mila . Un risultato oltre le aspettative , che sottolinea che la strada è stata tracciata ed è quella giusta, e che  dà ulteriore certezza  dell’egregia operatività  della gestione Grazioli.

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 04 Jun 2020 16:22:10 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8411-in-pochi-mesi-un-grande-risultato-oltre-le-aspettative-.html
Piglio, Inciviltà ed indifferenza sul percorso contemplativo di San Giovanni Paolo II http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8410-nel-centenario-del-santo-padre-poca-attenzione-a-questo-luogo-da-lui-tanto-amato.html alt PIGLIO - In questo anno si celebra il centenario della nascita di San Giovanni Paolo II, il più amato Pontefice della storia, tanti sono gli eventi organizzati per il suo centenario in tutto il mondo, ed il Comune di Piglio ha avuto la fortuna di ospitare durante il suo Pontificato il Santo Padre che amava trascorre il suo tempo libero sui verdeggianti prati della località San Biagio. Tanto che questo luogo è stato a lui dedicato creando “Il Percorso contemplativo San Giovanni Paolo II”, lungo circa 1,5 Km che si estende in un immenso prato verde contornato da boschi. Nel percorso sono state posizionate la Statua del Pontefice, una stele commemorativa nel luogo di riposo del Papa e una croce in corrispondenza del posto ove lo stesso recitava l'Angelus. Il percorso è contornato da grandi massi su cui sono incise numerosi frasi del Papa. Ad indicare l’inizio del percorso c’è una grossa stele marmorea, purtroppo l’ennesimo atto di vandalismo ha determinato la caduta a terra del grosso blocco di marmo (foto in basso), un fatto avvenuto a febbraio scorso, ed immediatamente sono state le segnalazioni da parte dei cittadini, poi il lockdown ed ad oggi il blocco è ancora a terra e coperto dalla vegetazione selvatica. Un luogo dunque che ha non solo un valore spirituale, ma rappresenta anche un’attrattiva sentieristica di forte richiamo perché legata al Santo Padre. Per quest’estate, un effetto collaterale del coronavirus, è il boom di presenze agli Altipiani di Arcinazzo, tanti villeggianti che amano camminare, fare escursioni, amanti del cicloturismo, che potrebbero essere interessati a conoscere questo luogo, che purtroppo a cominciare dal suo ingresso , è in uno stato di abbandono e d’indifferenza, eppure basterebbe poco per riassestare il tutto e promuovere degnamente questo sito, che tanti invidiano al Comune di Piglio, ma che lo stesso non riesce a promuovere, in particolare in quest’anniversario così importante.

alt

 

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 03 Jun 2020 13:22:20 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cultura/8410-nel-centenario-del-santo-padre-poca-attenzione-a-questo-luogo-da-lui-tanto-amato.html
Piglio, Un CRAS dell'Accademia Kronos, per la fauna selvatica http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8409-bruni-qcon-limportante-ausilio-del-colonnello-minniti-faremo-qualcosa-dimportante-per-il-territorioq.html alt PIGLIO - Aumentano sempre di più i casi di soccorso alla fauna selvatica, rinvenuta in difficoltà in un ambiente urbanizzato come la provincia di Frosinone e le cause dei ricoveri sono molteplici: ferite da arma da fuoco, impatto con autoveicoli e con cavi sospesi, intossicazione da pesticidi, caduta di giovani volatili dal nido e sequestri per illegale detenzione, commercio o uccellagione. L’Accademia Kronos sezione provinciale di Frosinone, continua nella formazione dei propri volontari con corsi tenuti da veterinari dell’Arma dei Carabinieri e dell’Asl Veterinaria, trovandosi spesso a dover intervenire nel recupero della fauna selvatica in difficoltà per poi essere portata nei vari CRAS (Centri Recupero Animali Selvatici) del Lazio dei carabinieri forestali. Nei giorni scorsi il coordinatore dell’Accademia Kronos Armando Bruni, ha incontrato presso la sede provinciale di Piglio , il colonnello dei carabinieri Carlo Alberto Minniti (insieme nella foto in basso) che è all’ufficio di vertice della Direzione veterinaria del Comando generale dei carabinieri a Roma. “Il colonnello Minniti –ha sottolineato il comandante Bruni- oltre ad essere un caro amico è un ufficiale di grande spessore e professionalità, e tra l’altro uno dei docenti dei nostri corsi di specializzazione nel recupero della fauna selvatica. L’incontro dei giorni scorsi è stato molto proficuo, perché da esso è nata l’idea di creare qui a Piglio, su un terreno privato già disponibile, un CRAS temporaneo. Nel particolare si tratta di una struttura a norma, che possa accogliere la fauna selvatica in difficoltà, offrirle le prime cure di soccorso e nell’arco delle 24 ore trasferirla nei centri specializzati. Il colonnello Minniti sarà un nostro supervisore al riguardo indicandoci il percorso da seguire, tanto da far diventare la nostra struttura un progetto guida di riferimento . Credo -conclude Bruni- che sia un progetto importante, con basi solide e con una finalità lodevole. Ancora una volta l’Accademia Kronos dimostra il suo interessamento per il territorio e la salvaguardia in questo caso della fauna selvatica”.

 alt

 

 

 

 

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Sun, 31 May 2020 17:51:29 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8409-bruni-qcon-limportante-ausilio-del-colonnello-minniti-faremo-qualcosa-dimportante-per-il-territorioq.html
Piglio, Fare Verde denuncia lo stato di abbandono dei fontanili http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8408-ciervo-qce-bisogno-di-progettualita-per-tutelare-il-nostro-territorioq.html alt PIGLIO - Continua l’analisi del territorio da parte dell’associazione locale ambientalista Fare Verde, che pone questa volta i riflettori sull’abbandono dei fontanili presenti sul territorio comunale, che rischiano di diventare un brutto biglietto da visita per l’immagine del paese. “Abbiamo visto la situazione in cui vertono alcuni dei fontanili presenti a Piglio –commenta il coordinatore del sodalizio Nicola Ciervo- e con grande amarezza constatiamo l’abbandono degli stessi e delle aree circostanti in cui versano, una volta il fontanile era fonte di vita per gli uomini, un luogo di ritrovo e quindi era oggetto di attenta manutenzione. Due volte l’anno si provvedeva a ripulirlo dalla vegetazione che, crescendo troppo rigogliosa, rischiava di occludere la sorgente, oggi oltre alla vegetazione è anche la sporcizia che rischia di ricoprirli. Ora io capisco l’interesse di mostrare alla cittadinanza che si sta operando alla pulizia del territorio comunale coinvolgendo gli stessi cittadini, ma ritengo a questo punto che sia solo per un’immagine , visto che ci sono aree importanti e frequentate come i fontanili completamente abbandonate. Basti vedere in località Romagnano (foto in basso) lo stato in cui si trova il fontanile, luogo di valore storico, visto che era il lavatoio del paese, oppure quello in località Berlame, qui non si contano i litri di acqua purissima che si perdono che si riversano in fogna, e così per gli altri fontanili presenti in paese”. Il coordinatore di Fare Verde a Piglio Nicola Ciervo va oltre ed invita l’Amministrazione ad una maggiore attenzione al tema ambiente. “ Ricordiamo che Piglio è un paese agricolo –conclude Ciervo- immerso nel verde e pertanto meriterebbe maggiore cura ed investimento nella tutela dell’ambiente, senza fare tanti reclami ogni volta che si pulisce un’area semplicemente per postare foto sui social, tutelare l’ambiente non è questo, ma va ben oltre con un politica programmata a lungo termine con un progettualità concreta che purtroppo ad oggi manca a Piglio”.

alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Thu, 28 May 2020 15:04:08 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8408-ciervo-qce-bisogno-di-progettualita-per-tutelare-il-nostro-territorioq.html
Filettino, La minoranza fa un'analisi chiara e negativa, e chiede un atto di coscienza alla maggioranza http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8407-la-minoranza-qin-due-anni-solo-disastriq.html

altFLETTINO - In modo molto rigoroso attraverso un comunicato, il gruppo di minoranza di Filettino composto dall’ex sindaco Paolo De Meis, e dai consiglieri Alessia Pomponi e Salvatore Nardecchia (nella foto in basso), fa una analisi sull’attività amministrativa del Sindaco Gianni Taurisano partendo dall’esposto dello stesso fatto sull’area artigianale.

“Un altro anno è passato –si legge nel comunicato- ed un’altra brutta pagina è stata scritta dall’Amministrazione Comunale. E’ di circa un anno fa l’esposto di Taurisano sull’area artigianale con annessa l’altalena di ordinanze sindacali. Comprendiamo perfettamente le legittime richieste di chi utilizza i capannoni dell’area artigianale. Esiste una gravissima crisi economica da molto tempo e la situazione attuale, con la pandemia che ha bloccato il lavoro nel mondo e in Italia, ha aggravato ulteriormente le problematiche sociali e lavorative. Continuiamo a ripetere che la questione area artigianale è stata gestita malissimo, anche ora che si è cercato di mettere una “toppa” con l’autorizzazione all’accesso per poche ore mattina e sera. Abbiamo detto e ripetuto che occorreva ed occorre una profonda opera di mitigazione del rischio idrogeologico, con opere pubbliche risolutive che consentano alle imprese di poter accedere ai propri capannoni in serenità e continuità lavorativa, per poter programmare al meglio le attività e riportare l’economia del paese al posto che le spetta. E’ passato un anno ed è ancora tutto fermo. Sparare a raffica ordinanze non risolve il problema. Ingenera confusione e sfiducia nelle istituzioni.

Campo Staffi (foto d'archivio) è un altro fallimento. Anche questo volano dell’economia Filettinese è stato mal gestito. Si è passati dall’assenza totale di ogni comunicazione in merito alla programmazione della stagione invernale, alla gestione della procedura di affidamento legata a Campo Staffi che ha generato molte perplessità e domande. Bell’esempio di programmazione delle attività turistiche ed economiche in un paese che vive di turismo, che basa la sua economia anche su campo staffi e sulla presenza di tanti amici dello sci che storicamente e anche per legami affettivi, amano venire a sciare a Campo Staffi. La mancanza di neve e il lockdown imposto per la pandemia sono stati solo la foglia di fico che ha coperto l’impreparazione e l’incapacità dell’amministrazione in carica

Quando assistiamo a tanta superficialità –continuano i tre consiglieri- non possiamo esimerci dal ricordare gli elementi del nostro programma e delle nostre progettualità (definite favole in sede di campagna elettorale). Oggi più di ieri comprendiamo che le nostre idee erano giuste, un programma che rispondeva in pieno ai problemi che si sono evidenziati oggi. Con le mini brochure elettorali non si va da nessuna parte. Per avere finanziamenti bisogna avere progettualità e questa amministrazione brancola nel buio più completo. Il lavoro svolto nei cinque anni in cui abbiamo amministrato, ha gettato, per fortuna, uno squarcio di luce nelle tenebre, infatti oggi si stanno gestendo i finanziamenti ottenuti dall’Amministrazione De Meis. Sono state infatti pubblicate recentemente, dal Comune, le determine relative a 2 finanziamenti: uno di 1 milione di euro per eseguire lavori di separazione del sistema di raccolta delle acque nel centro urbano, in particolare nel centro storico e un altro per la realizzazione della piazzola di atterraggio per elicotteri in servizio AIB. Per quanto riguarda altri finanziamenti dell’amministrazione De Meis come quelli per riqualificazione e valorizzazione del sentiero naturalistico in località Fiumata (PSR 2014-2020), per la nuova scuola antisismica e per la compostiera di comunità, al momento nonostante le nostre reiterate richieste verbali e cartacee, non è dato sapersi quale sia lo stato di avanzamento o lavorazione e se questi fondi sono ancora disponibili.

Per completare il quadro, abbiamo visto la determina con la quale viene richiesto un mutuo alla CDP (cassa depositi e prestiti) per pagare debiti. Quindi si fa un debito per pagare altri debiti. Non è lontano il tempo in cui ci fu una alzata di scudi, da parte di alcuni benpensanti del paese, allorquando la nostra amministrazione fece un mutuo per eseguire alcuni lavori in paese. Oggi gli stessi benpensanti sono in silenzio.

In momenti così difficili, con una crisi economica che non ha ancora fatto sentire tutta la sua gravità il paese ha bisogno di un’Amministrazione solida, seria, che faccia sentire la propria vicinanza alle esigenze di tutti, alle necessità ed alle aspettative della persone. Questa è un’amministrazione latitante, che occupa il suo tempo a ricucire gli strappi interni alla maggioranza. Una maggioranza divisa, con alcuni consiglieri che oggi pensano che sia giunto il momento di mettere fine a questa farsa politica, salvando così il paese e loro stessi da una figuraccia che verrà ricordata a lungo nella nostra comunità. Siamo consapevoli che la situazione è ormai insostenibile per tutti e che ulteriori tentativi di ricomposizione non faranno altro che peggiorare una situazione oramai deteriorata. In questo modo si perde ulteriore tempo a danno della nostra collettività e non si concede al paese l’opportunità di ripartire, qualunque sia la compagine politica che vincerà in futuro.

Riteniamo quindi –conclude il comunicato- che sia necessaria una presa di coscienza da parte di questa maggioranza e dei consiglieri che la rappresentano e che venga restituita alla comunità la possibilità di poter scegliere il proprio futuro”.

alt

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 27 May 2020 07:29:07 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8407-la-minoranza-qin-due-anni-solo-disastriq.html
Piglio, Troppe discariche a cielo aperto nelle campagne http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8406-la-denuncia-di-fare-verde.html alt PIGLIO - Purtroppo c’è chi non ha per nulla senso civico, e continua a danneggiare il territorio gettando indiscriminatamente rifiuti di ogni genere da quelli domestici a quelli ingombranti, e lo fa abbandonandoli nella campagna, dando vita a tanti mini discariche a cielo aperto, ed è quello che sta accadendo proprio nella rinomata campagna di Piglio, regno del conosciuto vino Cesanese del Piglio, unico DOCG del Lazio. Questo è quanto emerge da una capillare indagine condotta dal sodalizio locale di Fare Verde guidata da Nicola Ciervo, che persegue l’obiettivo di tutelare e salvaguardare l’ambiente. “Purtroppo –spiega Nicola Ciervo- ci troviamo d’innanzi ad un comportamento vergognoso, mancando di rispetto ad una natura, con una serie interminabile di mini discariche a cielo aperto prodotte dall’inciviltà di una parte della collettività pigliese e non, continuando così a violentare le campagne pigliesi incuranti del decoro e della salute di tutti. Situazioni che potrebbero di sicuro trovare una fine, se l’Amministrazione Comunale di Piglio in primis il Sindaco Mario Felli, ricordando loro che Piglio è un paese a vocazione agricola, prendessero le dovute precauzioni. Si tratta semplicemente di un maggior controllo del territorio, il collocamento delle telecamere di rinforzo promesse durante la campagna elettorale, e non è chiaro inoltre che fine abbiano fatto le foto trappole comprate e mai installate. C’ è di sicuro un’inciviltà da parte di questi autori di azioni discriminate, ma è pur vero che il primo segnale deve essere dato dalle istituzioni, e allora chiediamo il perché ancora oggi a Piglio non esista un’area destinata ad isola ecologica, sono diversi anni che il Comune di Piglio ha la possibilità d’installare una compostiera dove la cittadinanza può riversare i rifiuti di umido e produrre concime, eppure la stessa è ad impolverare in un qualche magazzino del Comune, e pensare che sarebbe utile per incentivare la raccolta differenziata. Un quadro generale che dimostra che da parte di quest’Amministrazione c’è molta superficialità ed indifferenza sulla problematica ambientale. Tutta la componente locale di Fare Verde –conclude Nicola Ciervo- si augura che vengano presi i dovuti interventi, che non costano nulla, ma che richiedono semplicemente la volontà amministrativa nel farlo”.

 alt alt  alt

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Tue, 26 May 2020 13:25:21 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/ambiente/8406-la-denuncia-di-fare-verde.html
Trevi Nel Lazio, La maggioranza ammonisce il comportamento abietto della minoranza http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8405-nota-dellamministrazione-comunale-sui-social.html alt TREVI NEL LAZIO - Una fase in corso ma meno stressante dovuta al coronavirus, il caldo e qualche colpo di sole, la miccia gettata dai “soliti leoni da tastiera”, potrebbero essere le cause che tendono ad accendere troppo gli animi sui social, portando una fazione della minoranza politica di Trevi Nel Lazio a straparlare con pessime argomentazioni, come a dire che una certa politica (se così la si può chiamare), non sa più a che santi votarsi per poter legittimare sé stessa, le azioni in chiaroscuro a cui è abituata, ed usa i mezzi più estremi, quelli che sobillano ed insinuano, la meglio nota “macchina del fango”. In risposta a questo deplorevole comportamento è apparsa una nota da parte della maggioranza del Sindaco Grazioli, che in modo chiaro condanna ancora una volta questi atteggiamenti superficiali e sterili. “In questo periodo difficile, duro e inaspettato, - si legge nella nota- che ha visto tutti noi privati della libertà, l'amministrazione comunale si è adoperata attivamente affinché le cose si svolgessero, per quanto possibile, nel migliore dei modi nei pochi spazi nei quali ci è stato consentito di muoverci, perché se qualcuno non se ne fosse accorto il governo ha sezionato le misure, calibrando tutti i processi della vita sociale, ed ha dovuto persino correggersi quando non è riuscito ad esaminare in maniera giusta tutte le situazioni del caso.

Trevi Volta Pagina continua a puntare il dito.

PRIMA ha incominciato ad allertare la popolazione diffondendo l'arrivo di contributi regionali e governativi pari a MILIONI DI EURO (calmi nessuno toglie niente a nessuno) va tutto rendicontato.

POI accusandoci della non collaborazione, nello specifico di non aver lasciato spazio a loro durante questo periodo così complesso (fosse stato per loro neanche il consiglio comunale si sarebbe dovuto fare).Hanno incominciato a parlare di commissione, per discuterne di cosa? Cosa avrebbero potuto offrire a parte remare contro? Forse non capiscono che ci siamo dovuti semplicemente (si fa per dire) attenere alle regole di comportamento secondo i vari decreti emanati.

Non ci risulta affatto che altri comuni abbiano convocato commissioni consigliari, non abbiamo neanche avuto la necessità, per fortuna, di dover istituire il Centro Operativo Comunale.

ADESSO siamo accusati di troppa prudenza, la verità è un'altra, pura e semplice ed è legata al fatto che nel nostro paese continua imperterrita la campagna elettorale, evidentemente non coscienti del fatto che il sindaco e l'amministrazione tutta hanno lavorato e stanno lavorando per contenere misure tese alla salvaguardia del nostro territorio e finalizzate alla tutela degli altri.

Non è questo il tempo di giudicare a sproposito e senza criterio l'operato degli altri, leggiamo commenti sterili: “potevano riaprire i banchi della frutta, i banchi alimentari, i fiori”; “più facile chiudere che aprire” ecc. Le decisioni e le misure adottate dall'amministrazione sono frutto di un' accurata analisi della situazione, condivisa con la polizia locale e con i carabinieri della stazione di Trevi nel Lazio nella persona del maresciallo Nicotra Salvatore che ringraziamo per l'ottimo lavoro svolto. Facciamo notare che le scelte fatte portano non per ultimo al mancato introito nelle casse comunali, oltre che spese aggiuntive, con un danno che non è ancora possibile quantificare. Questa apertura per la fase della ripartenza non è da considerarsi liberi tutti, ma è l'inizio di una fase molto delicata, un periodo se così si può definire di prova dove tutti siamo chiamati a fare la nostra parte con un grande sforzo di responsabilità, la pandemia non è affatto terminata, non abbiamo un vaccino, quello che accadrà in un futuro prossimo dipenderà molto dai nostri comportamenti, e non avremo l'alibi di accusare qualcun' altro se le cose non dovessero andare nel verso giusto. Non possiamo mollare ora e vanificare tutto, lo dobbiamo fare per i nostri figli, per i nostri genitori e nonni anziani e per l'intera comunità. Cercheremo e continueremo a fare scelte oculate e prudenti perché per noi ora la priorità assoluta è il bene e soprattutto la salute di tutti. Senza ombra di dubbio la pandemia ci ha messo di fronte ad una sfida epocale che mai dimenticheremo, non solo dal punto di vista sanitario ma anche socio-economico, quindi lavorativo. La sfida che stiamo affrontando e che ci vedrà impegnati sarà ancora difficile ma avrà l' obiettivo della ripresa del sistema e l' agognato ritorno alla normalità . Per ora non ci risulta fino a prova contraria che nella minoranza ci siano medici specialisti che si occupano dello studio del virus Covid-19 quindi possiamo cavarcela benissimo da soli. Non sapete più che pesci pigliare e sarà come sempre la popolazione trebana a giudicare il nostro operato, non vogliamo fare polemica ma fatevi un esame di coscienza e smettetela di pensare in questo momento, così affannosamente e vergognosamente alle prossime elezioni comunali costi quel che costi, per avere incarichi poltrone e gestione di interessi, comunque per voi molto difficile da raggiungere”.

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Mon, 25 May 2020 15:24:22 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8405-nota-dellamministrazione-comunale-sui-social.html
Trevi Nel Lazio, La Giunta approva lo schema del Rendiconto al Bilancio 2019" http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8404-soddisfazione-del-sindaco-grazioli-per-gli-importanti-obiettivi-raggiunti.html alt TREVI NEL LAZIO - Con una nota dalla casa comunale, il Sindaco di Trevi Nel Lazio Silvio Grazioli (nella foto in basso), esprime grande soddisfazione per l’approvazione da parte della Giunta dello schema del Rendiconto al Bilancio del 2019, in quanto lo stesso rappresentava il primo banco di prova nell’ambito del piano di riequilibrio pluriennale approvato dall’Amministrazione comunale. “I risultati sono stati più che soddisfacenti –si legge nel documento- in quanto l’obiettivo di ridurre il disavanzo di 1.834.000,00 euro di 122.000,00 euro non soltanto è stato raggiunto, ma più che raddoppiato, infatti sarebbe stato sufficiente secondo il cronoprogramma approvato dal Consiglio nel novembre scorso, scendere da 1.834.000,00 a 1.712.000,00 euro, mentre si è raggiunto l’obiettivo di arrivare ad 1.575.887,79 euro, ricordiamo per comodità che tale somma si compone di 1.188.994,34 del Fondo crediti di dubbia esigibilità “per crediti non riscossi nei due decenni precedenti”; Fondo accantonamento di anticipo di liquidità per euro 296.089,89, credito contratto nel 2013; 8.359,76 euro per Fondo contenziosi; vincoli da proventi di concessioni cimiteriali euro 375.213,02 più altri vincoli contabili per euro 21276,07. Pertanto in un solo anno (praticamente in pochi mesi perché l’apertura del riequilibrio si era avuta il 06/08/2019) siamo passati da un disavanzo di 1.834.000,00 ad un disavanzo di 1.575.887,79 euro. Questo fatto è di straordinaria importanza per l’assetto economico e finanziario del Comune, e si unisce ad un altro obiettivo altrettanto straordinario, che è rappresentato dal risultato di Amministrazione sempre del Rendiconto al Bilancio del 2019 che è pari ad euro 354.040,70 (che ovviamente vanno sottratti alla somma dei precedenti e che danno il risultato di euro 1.575.887,79)”.Questi obiettivi raggiunti –afferma il Sindaco Grazioli- dimostrano la capacità dell’Amministrazione di mettere insieme una serie di misure che hanno indirizzato il bilancio e l’aspetto finanziario del Comune di Trevi sulla via della giusta contabilità e del giusto equilibrio finanziario. Questo dimostra che gli sforzi e le misure messe in campo dall’Amministrazione vanno nella giusta direzione, salvaguardando gli investimenti ed i servizi senza aumentare le tasse, anzi mantenendo le riduzioni che già erano state fatte nel 2016”. In modo trasparente ancora una volta l’Amministrazione Comunale del Sindaco Grazioli, ha dimostrato grande capacità gestionale della macchina amministrativa, ed un impegno lodevole per il bene della comunità trebana.

alt

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Tue, 12 May 2020 12:41:49 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/politica/8404-soddisfazione-del-sindaco-grazioli-per-gli-importanti-obiettivi-raggiunti.html
Trevi Nel Lazio, La Regione Lazio finanzia lo smart working del Comune http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8403--lamministrazione-grazioli-vicina-con-azioni-concrete-alle-attivita-commerciali.html alt Un altro risultato molto importante, quello raggiunto dall’Amministrazione di Trevi Nel Lazio guidata dal Sindaco Silvio Grazioli (foto in basso), che ha ottenuto dall’Ente Regionale il finanziamento dello smart working, ed inoltre dimostra ancora una volta, la concretezza dei fatti, stando vicino a tutte le attività commerciali presenti sul territorio rendendo nulle ed insensate le chiacchiere superficiali e goliardiche che qualcuno fa, risultando di cattivo gusto specie in un periodo così difficile che tutti stanno affrontando.

“La Regione Lazio ha finanziato lo smart working del Comune di Trevi nel Lazio per una somma di 7.500,00 euro, -afferma il Sindaco Silvio Grazioli- nel progetto presentato per la richiesta vi era l’informatizzazione di alcuni servizi comunali (servizi idrici e servizi cimiteriali), ed il completamento dello smart working in parte già realizzato ed operativo da due mesi. Nel progetto vi è anche l’acquisto di un programma per la realizzazione delle video conferenze, in particolare per la gestione del consiglio comunale, ma che potrà essere utilizzato anche per tutte le necessità che si presenteranno, dato che l’accelerazione verso l’informatizzazione delle attività, anche politiche ed istituzionali, è stata particolarmente rilevante in questo periodo contrassegnato dalla pandemia. Del resto è nelle situazioni di crisi, di difficoltà e di guerre che l’umanità ha avuto un grande balzo dal punto di vista dell’economia, della tecnica e della ricerca. Questo ovviamente non può farci dimenticare il dramma che stiamo di fatto ancora vivendo e che sta condizionando in modo invasivo rapporti sociali e qualità di vita. In modo particolare a preoccupare è la crisi economica che nell’immediato sta facendo sentire tutta la sua pervasività. A tal proposito l’Amministrazione comunale intende dare delle risposte concrete alle attività commerciali che stanno subendo, a causa della chiusura, un grande danno economico. Basti pensare ai negozi chiusi, ai bar, ai ristoranti o ai commercianti del mercato domenicale. Per questi ultimi il conteggio dei danni sarà facilitato dal fatto che sarà decurtata della COSAP per ogni domenica di chiusura. Più complessa è la situazione degli altri negozi per i quali l’Amministrazione comunale intende operare una riduzione della TARI, che ovviamente sarà parametrata oltre che al periodo di chiusura, anche alle difficoltà che ci saranno per riavviare le attività commerciali, tenendo presente che già nel 2016 vi è stata una riduzione permanente della TARI per le attività commerciali per un importo di oltre 40.000,00 euro annui, con un risparmio in quattro anni di oltre 160.000,00 euro, e dire che allora il consigliere di minoranza Pietro Bianchini ebbe a che ridire in Consiglio comunale votando contro questa misura. Ovviamente –conclude il Sindaco Grazioli- si cercherà di venire incontro anche alle attività commerciali che hanno bisogno di spazio pubblico segnatamente i bar per evitare il pagamento del suolo pubblico, magari coinvolgendoli anche nel tener pulito lo spazio antistante. Prima di prendere ogni decisione operativa l’Amministrazione sentirà le associazioni del territorio e gli esercenti, in modo da poter concertare nello specifico le misure più idonee nell’ambito del rispetto degli equilibri di bilancio”.

alt

 

 

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Wed, 06 May 2020 13:22:20 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8403--lamministrazione-grazioli-vicina-con-azioni-concrete-alle-attivita-commerciali.html
Anagni, L'amministrazione stanzia 60 mila euro per le politiche sociali http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8402-natalia-qnessuno-deve-restare-indietroq.html alt Anagni - Questa mattina in Giunta è stata approvata una variazione di Bilancio per destinare 60.000 € ai Servizi Sociali per mettere in campo iniziative volte al contrasto dell'emergenza sociale generata dal Covid-19. I fondi in questione sono stati recuperati dal fondo di riserva inserito nel Bilancio comunale.

Il sindaco Daniele Natalia ed il consigliere subdelegato ai Servizi Sociali Danilo Tuffi dichiarano: "Avevamo detto che l'Amministrazione non avrebbe lasciato indietro nessuno e vogliamo confermarlo. Destinando fondi ai Servizi Sociali abbiamo optato per dare nuova linfa alla politica sociale in questa fase di crisi, di nuovi squilibri economici determinati dal lockdown, l'Amministrazione Comunale ha il compito di intervenire fattivamente per dare sostegno alle categorie svantaggiate ed a chi si trova in situazione d'indigenza momentanea. Con questi fondi si potranno soddisfare le domande rimaste inevase per la "solidarietà alimentare" e progettare nuove iniziative. Nella "fase 2" gli interventi attivi delle Istituzioni nel campo delle politiche sociali giocheranno una parte fondamentale. Vogliamo contribuire a questo".

]]>
danilo.ambrosetti@gmail.com (Danilo Ambrosetti) Tue, 05 May 2020 13:38:06 GMT http://www.ilgiornalino.net/home/cronaca/8402-natalia-qnessuno-deve-restare-indietroq.html