il giornalino di Acuto - Frosinone

Abbruzzese: «Favorevole a un tavolo permanente per l’associazionismo intercomunale»

  • PDF
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 

ROMA - «L’avvento del federalismo fiscale sta modificando il rapporto tra Stato ed enti territoriali, spingendo il sistema verso un protagonismo sempre maggiore degli amministratori locali, la cui gestione responsabile è proprio il principio cardine alla base di questa importante riforma». Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, presidente del Consiglio regionale del Lazio, che questa mattina è intervenuto nella ‘Sala Mechelli’, durante i lavori del convegno di presentazione del rapporto sull’Associazionismo Intercomunale, promosso dalla federazione regionale dell’AICCRE, l’Associazione che riunisce tutti il livelli di governo locale: Comuni, Province e Regioni. «Una riforma - ha aggiunto Abbruzzese - che per  quanto possa esser indotta da una modifica legislativa, deve nascere sempre dal territorio e dalla diffusione di nuove pratiche virtuose, oggi sempre più difficili da assicurare viste le indubbie difficoltà di bilancio che gli amministratori locali si trovano ad affrontare giorno dopo giorno.
Queste pratiche, oltre ad essere oggetto di un controllo da parte delle istituzioni centrali, devono diventare banco di prova ed oggetto di discussione all’interno di un’arena locale che possa fungere da contenitore e da elemento di coordinazione, affinché si strutturi un rapporto dialettico costante tra gli enti che ne sono parte.
Una dialettica che, come ho già avuto modo di sottolineare in passato, non va concepita come “verticale” tra Regione ed enti, ma che va interpretata come “orizzontale” seguendo la nuova formulazione dell’articolo 114 del dettato costituzionale, che ha puntato sul concetto di “pari dignità istituzionale”.
Proprio per questo motivo - ha concluso Abbruzzese - voglio fare mia la proposta del presidente Donato Robilotta, di istituire un Tavolo Interdirezionale Permanente per l’Associazionismo Intercomunale che possa fungere non solo da raccordo tra gli assessorati regionali ed i rappresentanti delle associazioni delle autonomie locali e dei CAL, ma anche per favorire quel processo di semplificazione dell’attuale assetto istituzionale, così come ci viene richiesto dai cittadini e dalle imprese».

AVVERTENZA: questo sito consente l’invio di cookie di terze parti, per inviarti messaggi in linea con i tuoi interessi e a fini statistici. Proseguendo la navigazione l’utente presterà il consenso all’uso dei cookie. Per ulteriori informazioni o per negare il consenso,all'installazione di tutti o di alcuni cookies, si veda l'informativa sui coockies (cliccare qui).

Accetto i cookie da questo sito